Roma da Leggere

News

Ariana Grande a Roma, annullato il concerto dopo l’attentato di Manchester

Fonte foto: sito ufficiale di Ariana Grande

Ariana Grande a Roma, annullato il concerto dopo l’attentato di Manchester
maggio 23
16:20 2017

Salta il live di Ariana Grande a Roma del 15 giugno 2017 al Palalottomatica: l’artista ha annullato l’intero tour europeo dopo l’attentato terroristico al termine del suo spettacolo a Manchester di lunedì 22 maggio, che ha provocato 22 morti e 59 feriti

“Sono distrutta. Dal profondo del mio cuore, mi dispiace così tanto. Non ho parole”. Queste le parole di Ariana Grande pubblicate sul suo account di Twitter, all’indomani del tragico attentato terroristico avvenuto al termine del suo concerto a Manchester, la sera di lunedì 22 maggio 2017. L’attentato è stato rivendicato dall’Isis e ha provocato la morte di 22 giovanissimi. Altri 59 sono rimasti feriti. Un kamikaze si è fatto esplodere all’altezza della biglietteria della Manchester Arena mentre il pubblico della 23enne cantante e attrice stava defluendo. Un attacco ad un pubblico giovane, composto infatti per lo più da teenagers. L’artista è rimasta scossa e sconvolta da quanto accaduto. Per questo motivo ha deciso di annullare le tappe europee del suo Dangerous Woman Tour che fra non molto l’avrebbe vista ospite anche dell’Italia (nella Capitale e a Torino). Salta così il live di Ariana Grande a Roma, previsto per il 15 giugno 2017 al Palalottomatica.

Sulla vicenda di Manchester è intervenuto anche il manager di Ariana Grande, Scooter Braun, che ha pubblicato un post su Instagram: “Non ci sono parole che possono esprimere il nostro dolore per le vittime e le famiglie distrutte in questo assurdo attacco. Stanotte i nostri cuori sono stati fatti a pezzi. Piangiamo i ragazzi che hanno perso la vita, i loro cari e tutti coloro che sono stati coinvolti in questo vile attacco. Vi chiediamo di tenere le vittime, le loro famiglie e tutti i feriti nei vostri cuori e di pregare per loro.”

Da parte dello staff della Grande non sono mancati i ringraziamenti ai soccorritori di Manchester che hanno fatti di tutto per mettere in sicurezza gli spettatori presenti all’Arena e a prendersi cura di quelli rimasti coinvolti nell’esplosione.