Roma da Leggere

News

Keita blocca il calciomercato della Lazio. Biglia ad un passo dal Milan

Keita blocca il calciomercato della Lazio. Biglia ad un passo dal Milan
giugno 19
21:54 2017
Condividi su:
Share

Calciomercato Lazio: Keita ha le redini della situazione. Ha scelto la Juventus, ma la società lo venderebbe al Milan. Con il capitano Lucas Biglia. In entrata il sogno è Gomez, ma non basta

Calciomercato bloccato, in entrata e uscita per la Lazio. Il caso Keita limita le manovre. Eppure le voci circolano, ruoli, nomi e cifre sono stabiliti, ma senza i “contanti” provenienti da cessioni eccellenti, c’è poco per poter investire. A tenere le redini della situazione è il giovane Keita, più o meno come un anno fa.

Al netto dell’ottima stagione del giovane talento biancoceleste, va ricordato che anche l’estate scorsa, a motivo della situazione turbolenta della società, il giocatore non si presentò al ritiro, fu escluso alla prima giornata di campionato e per lui l’ombra della tribuna era una possibilità. Poi il “ritorno del figliol prodigo” e dalla panchina al posto fisso con le sedici reti è storia recente.  Il presente non è molto diverso.

La sintesi è la seguente: Keita vuole (solo) la Juventus. Se fosse per lui sarebbe già a Torino e non è da escludere che il giocatore, con l’accordo in mano, potrebbe solo posticipare il trasferimento in bianconero al 2018, al termine del contratto con la Lazio, partendo quindi a parametro zero. Un’ eventualità non così remota: potrebbe essere questo il motivo per cui Keita avrebbe rifiutato il trasferimento al Milan, cosa fatta per Lotito e Fassone.

Insomma, la situazione è caotica, come spesso accade per i capitolini. Ma l’asse portante della stagione biancoceleste sta per perdere un altro pezzo pregiato: Lucas Biglia. Il capitano ha rinviato più e più volte, anche lui da un anno, la firma per il rinnovo contrattuale e oggi anche lui ha già la valigia pronta e il biglietto destinazione Milano, anche lui in rossonero.

Due cessioni importanti che non hanno scosso particolarmente l’ambiente preparato a salutare di anno in anno un talento promettente, un campione o un capitano. “Chi non ha voglia di indossare questa maglia, vada”: questo il messaggio della Curva Nord, che si dice pronta a sostenere la squadra nonostante l’ennesimo ‘smantellamento’.

Se quindi da un punto di vista emotivo il tifoso laziale non si vuol lasciare scalfire da tali cessioni, il lato tecnico ne perde. E molto. Rimpiazzare Biglia  non sarà facile: il regista argentino, che ha indossato la fascia di capitano anche con la sua nazionale, ha fatto spesso la differenza in campo, si è dimostrato un collante forte nello spogliatoio laziale dopo un anno complicato. Da lui voleva ripartire Simone Inzaghi ed un anno fa è stato accontentato. Anche su questa bella storia, però, stanno scorrendo i titoli di coda.

Se c’era un giocatore pronto a partire e che invece resterà è Stefan De Vrij. Un giovane campione anche lui, ma sempre accompagnato da problemi fisici seri. Proprio per questo non ci sono offerte concrete e allora l’olandese potrebbe presto firmare e restare nella Capitale.

In entrata non si registrano spunti interessanti.

I nomi che farebbero al caso della Lazio circolano da tempo, ma la distanza tra domanda e offerta è sempre eccessiva. La Lazio, su richiesta del tecnico, vuole due centrocampisti, un terzino, un vice Immobile ed un compagno di reparto per il bomber.

Ad Inzaghi piacciono Muriel e Torreira, seguiti anche dalla Roma, ma le cifre di Ferrero ad oggi sono spropositate. Con Berisha ceduto all’Atalanta, la Lazio vorrebbe intavolare con gli orobici la trattativa per Gomez: il giocatore, però, non è stato inserito nello scambio, i neroazzurri non vogliono cederlo, o almeno per non meno di 20 milioni, 15 quelli offerti dalla Lazio. Gomez sarebbe il giocatore giusto per sostituire Keita: meno talentuso, ma concreto, una rivelazione nell’ultima stagione. Qualità che lo rendono un uomo mercato: difficile che la Lazio riesca a spuntarla. 

Tutto fermo e non è un buon segno.

Se un mese fa si celebrava la stagione più che sufficiente della Lazio e i complimenti erano tutti per Inzaghi, oggi ci si scontra nuovamente con i problemi che di fronte al mercato palesa la dirigenza biancoceleste. Tra meno di un mese ripartirà la nuova stagione, tra circa due ci sarà all’Olimpico la Supercoppa contro la Juventus. Avventure nuove, problemi vecchi.

Condividi su:
Share
Tags

0 Commenti

Ancora nessun Commento!

Non ci sono commenti per ora, vuoi aggiungere uno?

Scrivi un commento

Scrivi un Commento