Roma da Leggere

News

Dentro le emozioni del figlio adottivo, a Roma si parla delle adozioni

Dentro le emozioni del figlio adottivo, a Roma si parla delle adozioni
settembre 21
19:44 2017

Il prossimo 23 settembre 2017 dalle ore 16,00 alle 20,00 presso il Teatro Belli si svolgerà un evento per conoscere meglio il problema dell’adozione e per sbloccare la legge sul diritto a conoscere le proprie origini

Da comunicato stampa: Dentro le emozioni del figlio adottivo

Conosciamo davvero i sentimenti e il vissuto di chi è stato adottato? Probabilmente no: questa realtà troppo spesso è accompagnata da un pensiero comune stereotipato e a volte segnato dai preconcetti, soprattutto nel mondo dell’informazione, della psicologia e del sociale. Con la conseguenza che i desideri e i diritti di queste persone vengono sottovalutati o disattesi.

Ne è dimostrazione l’iter del testo di legge che dovrebbe sancire il diritto della persona adottata a conoscere le proprie origini – sancito già dalla precedente sentenza 278 del 2013 della Corte Costituzionale – approvato alla Camera (C.784 del 18/06/2015), ma lì fermo da due anni.

Con questo duplice obiettivo – invitare ad entrare dentro i sentimenti del  mondo adottivo e tenere aperto il dibattito sulla legge, ricordandone l’importanza – si svolgerà l’evento organizzato dall’associazione FAeGN (Figli Adottivi e Genitori Naturali), con il supporto di CESV Lazio, l’evento – moderato da Carola Carulli, inviata per Costume e società e conduttrice del Tg2 – metterà  a confronto psicologi, artisti, giuristi e triade adottiva. È stata invitata la senatrice Monica Cirinnà.

L’associazione FAeGN (Figli Adottivi e Genitori Naturali)

L’associazione FAeGN (Figli Adottivi e Genitori Naturali) è la prima nata in Italia costituita da figli adottivi adulti ed è stata fondata da John Campitelli, Monica Rossi e Luisa Di Fiore. Ha sede a Roma ma è dislocata su tutto il territorio nazionale ed è in contatto con associazioni simili in altre parti del mondo. È composta da oltre 3000 membri e si occupa di offrire assistenza e aiuto morale alle persone adottate, di realizzare incontri e dibattiti di sensibilizzazione e approfondimento sui temi connessi all’adozione e di facilitare la cooperazione tra i diversi soggetti coinvolti.

L’associazione ha istituito il primo registro di figli adottivi e genitori biologici italiani (http://bit.ly/registrofaegn) e ha lanciato nel 2016 la campagna DNAdozione (http://www.dnadozione.it) per sfruttare la genealogia genetica come ulteriore strumento per risalire alle proprie origini biologiche.

Per raggiungere l’obiettivo di far valere il diritto dei figlio adottivo non riconosciuto alla nascita di conoscere le proprie origini, ha sostenuto la legge ora ferma alla camera. Quella attualmente in vigore (legge 184 del 1983 e modifiche apportate dalla legge 149 del 2001) vieta ai figli adottivi non riconosciuti alla nascita di accedere alle informazioni sulle proprie origini per 100 anni, ma già nel 2013 una Sentenza della Corte Costituzionale (n. 278/2013) ha imposto all’Italia la modifica di questa legge in direzione del bilanciamento tra il diritto della donna di mantenere l’anonimato e il diritto dell’adottato di conoscere le proprie origini biologiche.

Grazie al Comitato Nazionale per il Diritto alla conoscenza delle origini biologiche si è arrivati alla prima approvazione alla Camera di un testo (C.784 del 18/06/2015) che garantisce il diritto alla conoscenza tramite la modalità dell’interpello e inoltre una recente sentenza della  Corte di Cassazione (1946 del 25/01/2017), ha sollecitato i Tribunali dei minori ad avere un comportamento unificato nel recepire le istanze degli adottati e di procedere secondo quanto indicato nel testo approvato alla Camera. Ora manca l’ultimo passo.

Intanto le porte alle nostre origini si sono dischiuse e storie incredibili stanno emergendo.

DENTRO LE EMOZIONI DEL FIGLIO ADOTTIVO

23 settembre 2017 16,00 – 20,00
Teatro Belli
Piazza di Sant’Apollonia 11, Roma (Trastevere)
Info: Luisa Di Fiore, Presidente Associazione FAEGN
Tel. 3357080133
Email: info@faegn.it/luisa.difiore@tiscali.it

 

Tags
Condividi

0 Commenti

Ancora nessun Commento!

Non ci sono commenti per ora, vuoi aggiungere uno?

Scrivi un commento

Scrivi un Commento