Roma da Leggere

News

Di padre in figlio: torna dopo due anni e l’Olimpico si riempie | VIDEO

Di padre in figlio: torna dopo due anni e l’Olimpico si riempie | VIDEO
maggio 20
20:09 2016

Di padre in figlio torna per una serata di lazialità allo Stadio Olimpico: a due anni dalla prima fortunata edizione, nuovo attesissimo evento che riunirà oltre 50mila tifosi per emozioni in campo e sugli spalti. L’ appuntamento è per lunedì 23 maggio

Lo stadio Olimpico pieno come nell’ultima stagione non si è mai visto. Coreografie, cori, campioni, video ed emozioni: questi gli ingredienti speciali per l’evento più atteso dai tifosi della Lazio. “Di Padre in Figlio” torna a riempire l’Olimpico a due anni di distanza dalla prima edizione e gli organizzatori assicurano sorprese che supereranno in bellezza quell’evento.

Cresce l’attesa, ma l’appuntamento è noto da tempo: lunedì 23 maggio 2016 allo Stadio Olimpico. Il calcio giocato sarà solo un contorno: l’associazione 73/74, che vede protagonisti i promotori dell’evento e conta, tra gli altri, Pino Wilson, Giancarlo Oddi e gli altri giocatori che vinsero il primo scudetto con la Lazio di Chinaglia e Maestrelli formeranno con i figli dei calciatori scomparsi, la squadra del 1974 che sfiderà altre due formazioni storiche. Ci saranno infatti i campioni che hanno conquistato lo Scudetto del 2000 e la Lazio del -9 (che nel 1987 si salvò dalla Serie C agli spareggi, dopo essere partita con 9 punti di penalizzazione). A loro si aggregheranno poi tanti altri volti che hanno legato alla maglia biancoceleste anni importanti della loro carriera. Tra i campioni più attesi ci saranno Roberto Mancini, Sinisa Mihajlovic, Luca Marchegiani, lo stesso Simone Inzaghi.

VIDEO INTERVISTA A OUSMANE DABO PRIMA DELL’EVENTO

 

 

Cancelli aperti a partire dalle 19,00 mentre la serata inizierà con la sfilata di tutte le sezioni della Polisportiva, ma lo show sarà dato dai tifosi che saranno più di 50mila: gli organizzatori hanno infatti invitato a recarsi allo stadio con una maglia della Lazio, sciarpa e bandiera per prendere parte alla coreografia. “Lo spettacolo racconterà sostanzialmente una favola, con il conduttore che narrerà a un gruppo di bambini la storia della Lazio. Sarà il canovaccio all’interno del quale sono stati inseriti momenti emozionali e particolarmente importanti, che i tifosi hanno vissuto lungo la loro vita e potranno tornare a rivivere”, ha dichiarato Fabio Argentini, autore della serata.

Momenti anche di musica, con il celebre autore Mogol che parlerà del legame tra Lazio e Lucio Battisti. Una serata quindi di sport, ma non solo. Sicuramente di passioni e di emozioni.