Roma da Leggere

News

L’essenziale verità delle cose nella pittura di Trombadori alla GAM

L’essenziale verità delle cose nella pittura di Trombadori alla GAM
ottobre 21
10:01 2017
Condividi su:
Share

Fino al 11 febbraio 2018 la Galleria d’Arte Moderna presenta “L’essenziale verità delle cose. Francesco Trombadori (Siracusa 1886 – Roma 1961)”, una panoramica del lavoro del pittore siciliano


Dal pensiero dell’oggetto nelle nature morte alla metafisica del sogno nei paesaggi dedicati a Roma. Ma ciò che conta nella ricerca artistica di Francesco Trombadori è esprimere “l’essenziale verità delle cose con profonda umanità e spiritualità”.

Promossa da Roma Capitale, Assessorato alla Crescita culturale – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali, la mostra L’essenziale verità delle cose. Francesco Trombadori (Siracusa 1886 – Roma 1961) sarà visibile fino al 11 febbraio 2018 nella sede museale di via Francesco Crispi della Galleria d’Arte Moderna.

Una mostra antologica composta di circa sessanta opere che l’artista dipinse tra il 1915 e il 1961 e che raccontano tutto il percorso pittorico di Trombadori ed il suo legame con la città di Roma, con i suoi luoghi e con l’inteso dibattito artistico e culturale dell’epoca.

L’esposizione è suddivisa in sezioni, secondo un percorso cronologico e tematico, che ci racconta come, fin dagli esordi, Trombadori ha affrontato quei soggetti che poi non avrebbe più lasciato: il paesaggio, il ritratto, il nudo, la natura morta.

La prima fase della sua pittura ancora giovane sembra essere legata ad una naturale fase di studio e di influenza di artisti e correnti circostanti. Nei primi anni Venti del Novecento il pittore prende parte attiva al dibattito artistico nazionale frequentando ambienti quali la cosiddetta Terza Saletta del Caffè Aragno, avvicinandosi all’ambiente de “Il Convito“, rivista d’arte e letteratura fondata da Adolfo De Bosis con Gabriele d’Annunzio e Angelo Conti.

Guarda la photogallery e continua a leggere

Questo slideshow richiede JavaScript.

Segue una sezione dedicata agli anni ’20 e ’30 in cui spiccano lavori incentrati sui ritratti, per lo più femminili, e sulle nature morte, che evidenziano un rapporto dialettico nella sua riflessione tra una tradizione sempre dura da abbandonare e le urgenti istanze dell’avanguardia; dove la verità dell’oggetto ritratto diviene il solo senso del pensiero e della pratica. Gli anni del secondo dopoguerra dove Trombadori sembra evidenziare una attenzione sul senso della ricostruzione e della ripresa di una vita normale.

Il percorso termina con i dipinti dal 1950 al 1961, anno della sua morte. Sono tele di particolare bellezza che accertano una maturità ed una pienezza eccezionali. Si tratta di paesaggi quasi tutti dedicati a Roma, in cui le piazze, le strade, i ruderi della città eterna sono dipinti all’interno di calme atmosfere oniriche, quasi velate di una luce di chiara memoria metafisica.

Ogni sezione della mostra è corredata da un ricco patrimonio documentario proveniente dall’Archivio dell’Artista a Villa Strohl-Fern, oggi Casa Museo.

L’essenziale verità delle cose. Francesco Trombadori (Siracusa 1886 – Roma 1961)

13 ottobre 2017 – 11 febbraio 2018
Galleria d’Arte Moderna di Roma
Via Francesco Crispi, 24 – 00187 Roma
Orari: martedì – domenica ore 10,00 – 18,30 (24 e 31 dicembre ore 10,00 – 14,00)
Bigliett0: Intero € 7,50 – Ridotto € 6,50
Tel. 060608
www.galleriaartemodernaroma.it

Per restare aggiornato sulle mostre romane, visita il nostro sito!

Condividi su:
Share

0 Commenti

Ancora nessun Commento!

Non ci sono commenti per ora, vuoi aggiungere uno?

Scrivi un commento

Scrivi un Commento

 
Visit Us On FacebookVisit Us On TwitterVisit Us On GooglePlusVisit Us On YoutubeCheck Our Feed

L'agenda degli eventi

Nov
21
mar
2017
09:00 Freedom Manifesto – Umanità in m... @ Centrale Montemartini
Freedom Manifesto – Umanità in m... @ Centrale Montemartini
Nov 21@09:00–19:00
Freedom Manifesto - Umanità in movimento: poster in mostra alla Centrale Montemartini @ Centrale Montemartini | Roma | Lazio | Italia
Da Comunicato Stampa: Freedom Manifesto – Umanità in movimento Può un poster cambiare il mondo? Comunicazione visiva e utopia del possibile. Il Centro di ricerca interdisciplinare sul paesaggio contemporaneo ha lanciato
10:00 Picasso, tra Cubismo e Classicis... @ Scuderie del Quirinale
Picasso, tra Cubismo e Classicis... @ Scuderie del Quirinale
Nov 21@10:00–20:00
Picasso, tra Cubismo e Classicismo alle Scuderie del Quirinale @ Scuderie del Quirinale | Roma | Lazio | Italia
Picasso, tra Cubismo e Classicismo: dal 22 settembre al 21 gennaio 2017 le Scuderie del Quirinale ospitano una mostra dedicata al genio spagnolo e alle opere ispirate dal suo soggiorno

Seguici su Twitter

Iscriviti alla Newsletter