Roma da Leggere

News

Festa del Cinema di Roma 2015 #2: da Jeeg Robot a Jude Law

Festa del Cinema di Roma 2015 #2: da Jeeg Robot a Jude Law
ottobre 17
22:54 2015

FESTA DEL CINEMA DI ROMA 2015 #2: IL RESOCONTO DELLA seconda GIORNATA DELLA CELEBRE KERMESSE CAPITOLINA ALL’AUDITORIUM PARCO DELLA MUSICA. protagonisti l’italiano Gabriele Mainetti con il suo Lo chiamavano Jeeg Robot e Room di Lenny Abrahamson. Ospite speciale Jude Law

Apre la seconda giornata del Festa del Cinema di Roma 2015, sabato 18 ottobre, una proiezione tutta italiana: Lo chiamavano Jeeg Robot di Gabriele Mainetti. La kermesse capitolina si svolgerà sino a sabato 24 ottobre presso l’Auditorium Parco della Musica. Il film di Mainetti con Claudio Santamaria si rivela una piacevole sorpresa: è divertente, esilarante, ma allo stesso tempo non manca di emozionare. Nel panorama cinematografico nostrano, rigidamente suddiviso tra commedia e mélo, Lo chiamavano Jeeg Robot è una nota piacevolmente stonata, un lungometraggio fortemente votato a differenziarsi, pur strizzando l’occhio all’ingombrante filone dei cinecomic hollywoodiani. Solo che i supereroi di Mainetti ottengono i loro poteri dopo un’accidentale nuotata nel Tevere e vivono a Tor Bella Monaca. Ambientato nella Roma sud più marginale e periferica, sempre sullo sfondo, ma in qualche modo protagonista, Lo chiamavano Jeeg Robot è una sfilata di personaggi-antieroi: criminali, ladruncoli, mafiosi, transessuali e malati di mente sono i protagonisti improbabili eppure incredibilmente convincenti di una storia appassionante e intelligente. La conferma che con una buona idea si può sfidare ogni canone. E perché no, persino i blockbuster.

Secondo film della giornata è Room di Lenny Abrahamson, il regista dell’originale Frank con Michael Fassbender e Maggie Gyllenhaal. Il film, inserito nella selezione ufficiale, racconta della vita di una madre e di suo figlio di 5 anni, nato e cresciuto in una piccola stanza da cui i due non escono mai e non sembrano intenzionati a farlo. Le loro ragioni vengono svelate solo quando lo spettatore già crede di intuirle, e per questo sarebbe meglio entrare in sala conoscendo il meno possibile della trama. Affidato alla bravura degli attori protagonisti, Room è un racconto toccante e poetico sulla scoperta e le prima esperienze del mondo esterno; quei piccoli particolari che sono lì a portata di mano, giusto fuori dalla porta di casa.

Guarda la photogallery della seconda giornata del Festival e continua a leggere:

Questo slideshow richiede JavaScript.

LA FORTUNA (RIO I LOVE YOU) – La Fortuna (episodio del film collettivo Rio I Love You) è un cortometraggio in puro stile Paolo Sorrentino. Ma che cos’è la fortuna? E’ qualcosa che si può pianificare, progettare? Il più importante regista italiano contemporaneo da la sua interpretazione con ironia e una punta di humor nero, senza abbandonare la sua solita visione grottesca della realtà.

JUDE LAW – Era uno degli “incontri ravvicinati” più attesi del Festival, quello con Jude Law. 59 film e due candidature all’Oscar per Il talento di Mr. Ripley (1999) e Ritorno a Cold Mountain (2004), l’attore americano è intervenuto per incontrare il pubblico, accorso numerosissimo. Le sue interpretazioni spaziano dai film mainstream alle produzioni indipendenti. Law è attualmente impegnato con le riprese di The Young Pope, diretto da Paolo Sorrentino, in cui interpreta il giovane pontefice immaginario Pio XIII.  “Come molti altri adoro il lavoro di Sorrentino e dopo La grande bellezza mi sono detto che avrei voluto fare qualcosa con lui. Un mese dopo mi è arrivata questa sceneggiatura, non potevo non cogliere questa occasione”. Ma vestire i panni del pontefice non è certo semplice, come confessa l’attore: “Mi costringono a stare praticamente per quattordici ore senza sedermi, al massimo posso appoggiarmi a un trespolo, uno sgabello scomodissimo, per non sgualcire l’abito”.

IL PROGRAMMA DI DOMENICA 18 – Previste per la giornata di sabato le proiezioni di Mistress America, Pan – Viaggio sull’isola che non c’è e Freeheld con Julianne Moore e Ellen Page, attesa per le 19,00 sul red carpet. Nel pomeriggio invece il regista Paolo Sorrentino incontrerà il pubblico del Festival e presenterà il cortometraggio La Fortuna.

0 Commenti

Ancora nessun Commento!

Non ci sono commenti per ora, vuoi aggiungere uno?

Scrivi un commento

Scrivi un Commento