Roma da Leggere

News

Il Festival delle Scienze 2018 presenta il tema “le cause delle cose”

Il Festival delle Scienze 2018 presenta il tema “le cause delle cose”
aprile 16
07:18 2018

Dal 16 al 22 aprile l’Auditorium Parco della Musica ospiterà la XIII edizione del National Geographic, Festival delle Scienze 2018. Oltre 340 eventi tra incontri, conferenze, laboratori e spettacoli per discutere il tema della relazione causa- effetto

Lo studio delle cause e delle relazioni causali è un tema centrale in ambito scientifico e filosofico, sul quale da sempre l’essere umano è portato ad interrogarsi. È questo il concetto chiave e tema centrale della XIII edizione del National Geographic, Festival delle Scienze 2018. Da lunedì 16 a domenica 22 aprile l’Auditorium Parco della Musica di Roma ospiterà oltre 340 eventi con più di 40 incontri che vedranno la presenza di scienziati di livello internazionale, filosofi, ricercatori, innovatori ed artisti con oltre 200 attività educational per bambini e ragazzi.

I temi proposti al Festival delle Scienze 2018

Prodotto dalla Fondazione Musica per Roma e realizzato insieme a National Geographic con il sostegno del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, il Festival delle Scienze 2018 vedrà un programma corposo suddiviso in quattro macro temi: “Terra e Ambiente”, “Pensiero e Creatività”, “Società e Legge”, “Tecnologia e Realtà”. Tra i temi proposti si discuterà in particolare di diritti umani con Tawakkol Karman (attivista yemenita Premio Nobel per la Pace nel 2011), di viaggi nel tempo con lo scrittore James Gleick, di intelligenza artificiale con il giornalista Evgeny Morozov, dei misteri che si nascondono nelle profondità dei mari con l’oceanografa di National Geographic Sylvia Earle e delle prospettive legate al futuro mondo dei robot con il vicedirettore scientifico dell’IIT (Istituto Italiano di Tecnologia) Giorgio Metta, del rapporto tra letteratura e scienza con la scrittrice fantasy (e astrofisica) Licia Troisi e dell’avvento dei bitcoin con il divulgatore informatico Salvatore Aranzulla e il Direttore Generale della Banca d’Italia Salvatore Rossi

Sul piano creativo la causalità sarà messa in relazione con il senso di libertà (dal videomaker Raoul Martinez), con il recupero del carpe diem (dal filosofo Roman Krznaric) e con la musica in un appassionato dialogo tra Susan Rogers (ingegnere del suono) e Chrysta Bell (modella, cantautrice, attrice per David Lynch),mentre degli accademici internazionali proporranno al pubblico stimolanti riflessioni sul rapporto tra l’uomo e la natura, tra i pensieri e le parole e le cause e il tempo. Tra gli spettacoli sarà proposto anche A Journey Through Time, un’opera multimediale dedicata alla vita in tutte le sue forme, realizzata con la musica di Philip Glass e le immagini del fotografo di National Geographic Frans Lanting. Lights and Waves Rhapsody invece è un Racconto in musica a tre voci, con orchestra con Fulvio Ricci , Immacolata Donnarumma, Paolo D’Avanzo e i jazzisti Danilo Rea, Paolo Damiani, Michele Rabbia e con L’orchestra del Conservatorio di Santa Cecilia. 

Ad affiancare spettacoli musicali e visivi e gli oltre quaranta appuntamenti in programma vi sarà anche la mostra fotografica Sulle Tracce dei Ghiacciai – Alla ricerca del passato per un futuro sostenibile di Fabiano Ventura (promossa da Enel Green Power). Infine, l’ultima giornata del festival delle Scienze 2018, che coincide con l’Earth Day (la Giornata Mondiale della Terra), sarà celebrata con una grande tavola rotonda in cui si raccoglieranno e racconteranno esperienze legate alla salvaguardia e al futuro del pianeta.

Festival delle Scienze 2018

Dal 16 al 22 aprile 2018
Auditorium Parco della Musica
Via Pietro de Coubertin 30, 00196 Roma
Date e orari: L’apertura degli spazi espositivi e la programmazione degli eventi possono essere consultati nel programma 
sito: www.auditorium.com

Tags
Condividi