Roma da Leggere

News

Filippo Palizzi – L’universo incontaminato di un artista a metà 800 alla GNAM

Filippo Palizzi – L’universo incontaminato di un artista a metà 800 alla GNAM
dicembre 26
10:35 2017

Fino al 28 gennaio 2018 la GNAM ospita sul lato di Via Aldrovandi la mostra “Filippo Palizzi. L’universo incontaminato di un artista a metà 800”.


Vorrei rinascere per ricominciare. La frase è di Filippo Palizzi che dona la sua collezione alla Galleria Nazionale d’Arte Moderna nel 1892. La stessa Galleria Nazionale fino a domenica 28 gennaio 2018  presenta una selezione di questi dipinti nella mostra Filippo Palizzi. 

L’universo incontaminato di un artista a metà 800. Un centinaio di opere tra dipinti e studi, talvolta non finiti, dei trecento dell’atelier napoletano del pittore. Uno dei primi nuclei di quadri della Galleria.

Abruzzese di nascita, napoletano di adozione, Filippo Palizzi ha una concezione moderna dell’arte. Introduce in Italia intorno alla metà dell’800 una pittura di tipo verista, allontanandosi dalla tradizione accademica dei dipinti storici, religiosi, mitologici. Si mette a dipingere dal vivo soggetti contemporanei, popolari, studi dal vero di paesaggi, piante, figure e animali.

Guarda la photogallery e continua a leggere

Questo slideshow richiede JavaScript.

Le fasi della carriera artistica dell’artista vengono ripercorse nell’esposizione a partire dalla Veduta de La Valletta, dal suo allontanarsi dalla scuola di Posillipo. All’accostarsi nei paesaggi alle diverse tonalità dei verdi, delle ocre e dei marroni del primoCorot e di altri pittori francesi. Dal ’54 i suoi quadri  rivelano una natura rigogliosa, in cui la spontaneità della vegetazione si mescola all’innocenza delle figure infantili che le animano. Si comunica l’impressione di un universo integro e incontaminato.

Splendidi dipinti di foglie carnose, di piante acquatiche, sorgenti cristalline che sgorgano dalle rocce. Immagini di un mondo primigenio e di intatta purezza che la mostra intende comunicare. Ma Filippo Palizzi non è innovatore solo nel genere del paesaggio, con cieli stellati, boschi, prati fioriti e presenze umane in sintonia con la natura. Si fa portatore anche di una nuova visione della pittura animalistica, con animali colti nella loro calma quotidianità. Ed è innovatore anche nei dipinti con scene di interni, di battaglie, nei ritratti.

Previde il Palizzi anche l’allestimento della sua donazione. Nella mostra una serie di fotografie documentano le precedenti collocazioni, all’interno di questi spazi, di Palma Bucarelli e DarioDurbé. E inoltre l’esposizione ha permesso il recupero delle cornici originarie, nuovamente abbinate alle tele per cui erano state realizzate.

Filippo Palizzi. L’universo incontaminato di un artista a metà 800

Fino al 28 gennaio 2018
Viale delle Belle Arti, 131 – 00197 Roma
Sala Aldrovandi
Orario: martedì – domenica ore 8,30 – 19,30
Biglietti: Intero € 10,00 – Ridotto € 5,00
Tel. 06 32298221
www.lagallerianazionale.com
#LaGalleriaNazionale #FilippoPalizzi

Condividi

0 Commenti

Ancora nessun Commento!

Non ci sono commenti per ora, vuoi aggiungere uno?

Scrivi un commento

Scrivi un Commento