Roma da Leggere

News

Fontana della Galera nei Giardini Vaticani: in un libro storia e restauro

dicembre 01
14:49 2013

Fontana della Galera nei Giardini Vaticani: in un libro storia e restauro

Fontana della Galera nei Giardini Vaticani

Fonte foto: Musei Vaticani

La Fontana della Galera nei Giardini Vaticani. Storia e restauro” è un volume di interesse storico-artistico, presentato giovedì 21 novembre 2013 ai Musei Vaticani. Maria Antonietta De Angelis e Marta Bezzini, le autrici, con approfondite ricerche archivistiche fanno ripercorrere la storia, le vicende costruttive, ricostruttive e il restauro di questa fontana, tra le più singolari, curiose e fantasiose che popolano i giardini del Papa.

Invenzione manieristica di singolare eccentricità, la Galera è la riproduzione in scala di un vero e proprio vascello da combattimento del XVII secolo, armato di tutto punto, attrezzato di cannoni, vele e sartie. Mai ci si sarebbe aspettati di incontrarla nella città del Papa!
Un ossimoro in questo luogo di pace? No, la Galera è una creazione barocca, concepita nell’estetica della meraviglia. “La macchina da guerra dei pontefici non getta fiamme”,scriveva il poeta Maffeo Barberini in un distico dedicato alla fontana, ”ma dolce acqua con cui finisce il fuoco della guerra”. Un galeone, vero e proprio prodigio di teatro, che lo stagnaro Giovanni Fantini realizzò nel 1621 per volere di Gregorio XV Ludovisi. Lo scafo di piombo ricoperto di fogli anch’essi di piombo, tre alberi con gabbie, vele e stendardi, sessantaquattro cannoncini da cui fuoriuscivano zampilli d’acqua. Altri zampilli schizzavano da una girandola posizionata a prua. La coreografia dell’artificio  si completava con le sue sonorità artificiali: la violenta e rumorosa fuoriuscita dell’acqua dai getti imitava gli spari delle artiglierie, il rombo di battaglia.

Più tardi sotto Pio VI Braschi l’antico manufatto versava in grave degrado e tra il 1779 e il 1781 si eseguì il suo rifacimento totale e quello della fontana a parete, per riqualificare la zona dei Giardini Vaticani in cui era inserito. La Galera non solo si opponeva come posizione al Nicchione del Belvedere, ma creava una sorta di quinta scenica che, a causa del suo piano sopraelevato, era visibile anche dalla città. Costituiva un importante, irrinunciabile elemento ambientale.

Fontana della Galera nei Giardini Vaticani

Fonte foto: Musei Vaticani

Un gioiello dell’artigianato, a tutt’oggi un unicum, il galeone, realizzato dallo stagnaro Carlo Giuseppe Bassetti fu rifatto secondo un’ottica estetica più moderna. Il prospettico sfondo del vascello fu concepito come un’architettura classica. Venne mantenuta la scenografica cornice arcadica che raccontava il mito di Fetonte in tre nicchie in laterizio, con sculture in stucco e intonaci “color di travertino”, fra spalliere di cedri e di aranci.

Nel 2007 iniziano i lavori di restauro. La fontana, per il suo vistoso degrado, era stata messa in secco. La monumentale quinta architettonica appariva orami come una facciata umbertina color senape. I diversi strati originali con differenti colori erano assolutamente illeggibili.

Una delle maggiori difficoltà per ripristinare gli splendidi giochi d’acqua è stato inserire un nuovo impianto a circuito chiuso che permettesse la conservazione dei sistemi originali. E per non stravolgere la fisionomia dell’impianto e cancellare una preziosa testimonianza dell’ingegneria idraulica del passato, sono stati mantenuti i numerosi zampilli emessi direttamente dal galeone, attraverso  un complicato sistema di canalizzazioni sotto la vasca e all’interno dello scafo. La fontana deve a loro i suoi effetti più spettacolari, oltre ai getti posti nelle nicchie della quinta architettonica e a quelli collocati sotto la scultura del dio fluviale.

Nella facciata si sono recuperate le cromie originali, nel rispetto dei materiali e si è restituito il colore primitivo che rispecchia il tipico gusto tardo settecentesco.

Terminato il restauro del galeone è stata scelta un’illuminazione delicata e suggestiva che produce l’illusione molto evocativa che sia un chiarore diffuso emesso dall’acqua a illuminare l’intero monumento e a creare vibrazioni di luce.

Fontana della Galera nei Giardini Vaticani

Fonte foto: Musei Vaticani

Se la “meraviglia, come teorizzava Giovan Battista Marino, è il fine dell’arte, la Fontana della Galera era ed è ancora per noi “meravigliosa”.

La Fontana della Galera nei Giardini Vaticani – Storia e restauro

A cura di Maria Antonietta De Angelis e Marta Bezzini
AA.VV.
Edizioni Musei Vaticani – Città del Vaticano 2013
Prezzo € 55.00