Roma da Leggere

News

Gli spettacoli a Roma a gennaio 2018: il teatro è erotismo, Dada, pubblico che si fa personaggio

Gli spettacoli a Roma a gennaio 2018: il teatro è erotismo, Dada, pubblico che si fa personaggio
dicembre 30
16:48 2017
Condividi su:
Share

Gli spettacoli a Roma a gennaio 2018: sul fronte delle arti performative, il primo mese del nuovo anno è decisamente ricco e variegato. Ancora qualche rimando natalizio, molti spettacoli pluripremiati, leggerezza, impegno ma anche erotismo e il pubblico che si fa personaggio attivo

Il nuovo anno comincia con l’ormai tradizionale New Year’s Parade, spettacolo itinerante nel cuore di Roma. E poi? Poi gli spettacoli a Roma a gennaio 2018 virano dal surreale, con il teatro dadaista, al circo solidale, a qualche rimando natalizio (un Oliver Twist in una versione molto particolare), all’erotismo e il sensuale, fino a spettacoli cult pluripremiati o dedicati a personaggi illustri, visti in un’ottica inusuale. Roma da Leggere, come ogni mese, anche a gennaio segnala gli spettacoli da non perdere e invita ogni appassionato a tenere d’occhio l’ Agenda degli Eventi, con tutti gli aggiornamenti in tempo reale.

Non andare a teatro è come fare toeletta senza uno specchio (Arthur Shopenhauer)

Gli spettacoli a Roma a gennaio 2018: quello che vi aspetta

Lo spettacolo Rome New Year’s Parade
Dove Piazza del Popolo
Quando 1 gennaio dalle 15,30
Ci piace perché si festeggia il primo giorno del nuovo anno in una delle piazze più belle della Capitale. Per l’undicesima volta, la Rome New Year’s Day Parade animerà il pomeriggio del primo dell’anno il Tridente storico della Capitale. Il 1 gennaio 2018 partire dalle 15,30, con partenza da Piazza del Popolo, alcune delle più suggestive marching bands provenienti da high school statunitensi e formazioni folkoristiche italiane, sfileranno insieme a majorette, acrobati, animatori e street dancers per dare il benvenuto al 2018.

 

Lo spettacolo Il cuore a gas – di Tristan Tzara
Dove Teatro Trastevere a Roma – Via jacopa de Settesoli, 3
Quando dal 4 al 7 gennaio
Ci piace perché  è il testo più importante del teatro dadaista. “Rumore bianco teatrale”, così è stato definito Il Cuore A Gas, capolavoro del teatro dada scritto da Tristan Tzara e rappresentato per la prima volta, in pieno clima avanguardistico, nel 1921 a Parigi. I personaggi, Occhio, Bocca, Orecchio, Naso, Sopracciglio e Collo vivono, dialogano ed interagiscono all’interno di un mondo fuori dal tempo e dallo spazio: il surreale è dietro l’angolo, la coerenza brancola nel buio e la logica saluta tutti e scappa via. Il testo più importante di Tzara, nella versione particolarmente fisica e performativa del regista Andrea Martella. Un grido di Amore e Libertà, contro ogni tipo di convenzione e prevaricazione.

 

Lo spettacolo Non si butta via niente
Dove Teatro Golden – Via Taranto, 36
Quando fino al 21 gennaio
Ci piace perché l’ immondizia è la protagonista di uno spettacolo disimpegnato, dissacrante, divertente ma che invita a riflettere sui nostri comportamenti. Marco Falaguasta e Tiziana Foschi portano in scena sul palcoscenico del Teatro Golden, Non si butta via niente che racconta il mondo odierno dove l’accumulo di tanti oggetti inutili, la corsa irrefrenabile all’acquisto, il bisogno costante di cose superflue fanno si che tutto giri attorno al problema della spazzatura.

 

Lo spettacolo L’operazione
Dove Teatro Roma – Via Umbertide, 3
Quando dal 9 gennaio all’11 febbraio
Ci piace perché  si parla di calcio…o forse no. Roma, nel caldissimo luglio 1990 quando nelle  notti  magiche  infuria  la  passione  per  i  mondiali  di calcio,  Massimo,  un  ragazzone  sui  trentacinque  anni,  grazie  ad  una  raccomandazione,  riesce  a  farsi ricoverare nel reparto Ortopedia. Deve  sottoporsi  ad  una  operazione  quasi  voluttuaria al ginocchio,  altrimenti  dovrà  smettere  di  giocare  al  calcio,  la  sua  passione.  Ma  la  presenza  del  suo compagno  di  stanza  Luigi,  un  lungodegente  dell‘ospedale,  lo  induce  a  riflettere  sulla futilità  del  suo  caso. Ma chi è Luigi in realtà? E Massimo? Scritto e diretto da Stefano Reali

 

Lo spettacolo Dopodichè stasera mi butto
Dove Off/Off Theatre – Via Giulia, 20
Quando fino al 7 gennaio
Ci piace perché è uno spettacolo cult e pluripremiato che il 2 gennaio festeggia la 100 replica. I quattro profeti della compagnia Generazione Disagio addestrano il pubblico con l’esilarante dottrina: arrendersi al Disagio, accettarlo e coltivarlo. Come? Attraverso vari prodotti pedagogici, dopo il successo dei loro ultimi libri A tuo agio nel Disagio e il Disagio del Re Magio, presentano in anteprima il loro nuovo gioco in scatola dal titolo: Dopodiché. Immaginate una sorta di gioco dell’oca dove un laureando, un precario e uno stagista si sfideranno per vedere chi riesce ad accumulare più sfighe e perciò più disagio. Con l’aiuto e la partecipazione del pubblico in sala, i giocatori dovranno avanzare sul tabellone per accumulare Disagio, destreggiandosi tra prove collettive, prove individuali e caselle imprevisti

 

Lo spettacolo Così per caso
Dove Teatro Td IX Tordinona – Via degli Acquasparta, 16
Quando dal 19 al 21 gennaio 
Ci piace perché si parla ancora una volta di Shoah e non è mai abbastanza. Così per caso spettacolo pluripremiato, miglior regia e premio della critica alla prima rassegna teatrale romana sulla Shoah. E’ la storia di Marta, triestina, deportata ad Auschwitz nella notte tra il 29 e il 30 marzo 1944, a soli 17 anni, a causa del suo cognome di città che viene scambiato per ebraico, pur non essendolo. Da quel momento la sua vita cambia radicalmente, marchiandola nel profondo per sempre.

 

Lo spettacolo Mozart /Il sogno di un clown
Dove Teatro India – Teatro di Roma Lungotevere Vittorie Gassman, 1
Quando dal 10 al 21 gennaio
Ci piace perché si parla di Mozart, l’uomo. Di Giuseppe Cederna, si tratta  è un brillante monologo con musica dal vivo sul celebre e immortale artista austriaco, un viaggio impervio ed esilarante tra la vita del genio e il miracolo della sua musica, che contiene anche la possibilità del fallimento, ma che è in ogni caso un successo intraprendere. Ecco l’enfant prodige perennemente in tournée; ecco i tic, le acrobazie e il talento per la comicità tramandatagli dalla mamma; ecco il virtuoso, l’impareggiabile buffone; le umiliazioni, i successi, gli amori e i dolori che hanno segnato la fulminante esistenza di un genio.

 

Gli spettacoli a Roma a gennaio 2018: quello che vi stupirà

 

Lo spettacolo Circo Medrano
Dove Roma Rai / Saxa Rubra – Viale Gigli
Quando dal 6 gennaio per quattro giovedì 
Stupisce perché è un progetto di solidarietà giocosa. Dopo una lunga tournée in giro per l’Europa, il Circo Medrano torna nelle principali città italiane tra cui a Roma. Qui, per quattro giovedì dall’Epifania in poi, sarà Il Circo Solidarietà a favore dei poveri di Papa Francesco.

 

Lo spettacolo Un cadavere in biblioteca
Dove Teatrocittà – Via Guido Figliolini, 18
Quando dal 19 al 21 gennaio
Stupisce perché è improvvisazione teatrale in cui il pubblico si fa personaggio attivo. In un vecchio albergo fatiscente, lontano da tutti e tutto, vive, conducendo una vita abusiva ed isolata, una assurda corte dei miracoli di emarginati dalla società. Ogni sera si riuniscono tutti all’ultimo piano, come in un rituale sacro, in quella che un tempo era la “biblioteca” e ora è piena di oggetti e ricordi che sono l’identità stessa delle persone che ci vivono. Uno di loro verrà ucciso ma sarà il pubblico a decidere chi e con quale arma. Della Compagnia Nuovo Teatro 

 

Lo spettacolo GANG BANG – Cassie Wright la Regina del Porno
Dove Fonderia delle Arti – Via Assisi, 31
Quando dal 19 al 21 gennaio
Stupisce perché si parla di pornografia in uno spettacolo originale, ironico, provocatorio, grottesco, scioccante: assolutamente pulp. Gang Bang di Fabio Pisano è tratto dall’omonimo romanzo dello scrittore statunitense Chuck Palahniuk, genio dalla cui mente sono sgorgati capolavori assoluti quali Fight Club e Soffocare. Con un linguaggio veloce, abrasivo, a tratti brutale, lo spettacolo ci parla dell’annichilimento umano ad opera della società e dei mass media che fanno sì che la realtà sia risucchiata in una proiezione mentale deforme, bizzarra e sconcertante. VM 14 anni

 

Lo spettacolo BAD ASSolo
Dove HulaHoop Club  – Via L.F. De Magistris 91/93
Quando 13 gennaio
Stupisce perché La cultura Drag è estetica, forma d’arte, gioco degli stereotipi, critica sociale. Drag è un modo di rappresentare il maschile e il femminile, svincolato dal genere di provenienza. Drag è corpo e, nelle sue forme più radicali, eccolo generare morbosa curiosità, vertigine, fastidio, paura. I corpi mutano, odorano, occupano spazio, invadono, penetrano, si vestono e si spogliano. E quei corpi che non si nascondono? Che disturbano? Contaminano. Di e con la drag Qeer per eccellenza, Senith 

 

Lo spettacolo Oliver Twisted
Dove WeGIL – Largo Ascianghi, 5
Quando 5 gennaio
Stupisce perché è un classico rivisitato in favola punk e un’occasione per conoscere un nuovo spazio performativo della Capitale. La Compagnia del Teatro dell’Orologio presenta nell’hub di Trastevere uno spettacolo itinerante con un’inedita visita dello spazio e un’inedita scenografia. Un classico di Dickens che, riadattato in forma itinerante pensato anche per far conoscere WeGIL, polo culturale da poco recuperato dalla Regione Lazio (con i fondi Artbonus) e LazioCrea

Sfoglia la gallery degli spettacoli a Roma a gennaio 2018

Questo slideshow richiede JavaScript.

Condividi su:
Share

0 Commenti

Ancora nessun Commento!

Non ci sono commenti per ora, vuoi aggiungere uno?

Scrivi un commento

Scrivi un Commento