Roma da Leggere

News

Intervista a Dado, vi racconto “la società dei magna magna”

Intervista a Dado, vi racconto “la società dei magna magna”
marzo 27
18:26 2015

Intervista a Dado: da Zelig a Servizio Pubblico su La7: a margine del suo ultimo spettacolo andato in scena al Teatro Italia, il comico romano parla della sua caratteristica verve satirico-musicale

Una volta era quel comico che saliva sul palco di Zelig, che, arrotolandosi le maniche della camicia, intonava demenziali (ma irresistibili), parodie di canzoni note, come Alice guarda i gatti e i gatti guardano le alici . Oggi è protagonista di uno spazio satirico-musicale all’interno del programma televisivo di Michele Santoro, Servizio Pubblico su La7, durante il quale non le manda a dire ai politici di turno, da Berlusconi a Renzi. In mezzo, tanto teatro, quel teatro-canzone alla Gaber che l’ha sdoganato dall’essere un comico capace di reggere la scena solo per i tre minuti di un intervento di cabaret. E’ Dado, all’anagrafe Gabriele Pellegrini, comico romano classe ’73 da poco reduce dello spettacolo teatrale La società dei magna magna portato in scena al Teatro Italia di Roma dal 13 al 15 marzo 2015 ed in replica dal 21 al 22 marzo 2015 (LEGGI LA RECENSIONE). Nell’intervista a Dado si parte proprio da Mafia Capitale, che ha originato quella sua canzone (La società dei magna magna , appunto) che non solo gli ha dato un grande successo mediatico attraverso il programma politico di Michele Santoro, ma che è stato anche lo spunto per presentarsi in teatro con un nuovo spettacolo.  Una comicità, la sua, in cui, pian piano ha virato la sua satira dal sociale al politico, (passando dai “3/4 della palazzina tua” agli sberleffi Renzi e Berlusconi) riscontrando però sempre un grande successo e divertendo il pubblico. Il tutto con la sua caratteristica di alternare monologhi a canzoni, riuscendo a strutturare la sua satira ai tempi musicali. Dado parla anche di come la sua famiglia vive la sua comicità e la sua popolarità ed in particolare del suo rapporto con la figlia più grande.

Guarda l’intervista a Dado: