Roma da Leggere

News

Gli Italian Gaymes ai blocchi di partenza contro l’omofobia

Gli Italian Gaymes ai blocchi di partenza contro l’omofobia
luglio 13
20:05 2014
Una mini-olimpiade all’insegna dei diritti quella portata in campo fra il 17 e il 20 luglio 2014 dagli Italian Gaymes promossi da Gaycs.

E’ stato il Campidoglio ad accogliere la conferenza di presentazione della prima edizione degli Italian Gaymes, i primi giochi LGBT (lesbiche, gay, bisex e trans) e gay-friendly italiani. Un weekend di sport fra il 17 e il 20 luglio 2014 che impegnerà molte strutture del quadrante EUR di Roma, per una manifestazione che vuole combattere il pregiudizio proprio in un ambiente, quello agonistico, che ancora stenta a raccogliere la sua vocazione all’uguaglianza.

Lunga la lista di discipline che GAYCS, costola LGBT di AICS (Associazione italiana cultura sport), è riuscita a proporre per questa prima edizione. Si spazierà dai tornei di calcetto, pallavolo, tennis, beach volley, burraco, biliardino e padel tennis alle esibizioni di molte discipline passando per la Roma Gay Run, che colonizzerà l’EUR nell’ultima giornata su un circuito di cinque chilometri. Competizioni aperte a tutti gli atleti che volessero iscriversi – «c’è tempo fino a giovedì 17 luglio 2014», ha ricordato il Responsabile di GAYCS, Adriano Bartolucci Proietti – senza nessuna differenza di orientamento sessuale o genere, perchè «lo sport unisce nelle differenze».

Si punta infatti sullo «spirito aggregativo dello sport», come ha affermato Bruno Molea, deputato per Scelta Civica, intervenuto in qualità di Presidente di AICS alla presentazione degli Italian Gaymes. «Una delle tante attività che AICS mette in campo», tiene a precisare, per ribadire come in un’associazione che rappresenta più di 800 mila iscritti, «non poteva mancare un pezzo importante di società civile». Una manifestazione «fatta propria e non semplicemente digerita» da AICS, che Molea vede come un primo passo sulla strada dei diritti e dell’uguaglianza: «non ci dovrebbe essere bisogno di un’olimpiade per riconoscere una cosa normalissima».

Gli ha fatto eco Imma Battaglia, consigliera di Roma Capitale e Presidente onoraria di Di’ Gay Project, che ha ricordato come sempre all’EUR, il Gay Village 2014 (qui la presentazione della stagione) da lei condotto, punti quest’anno sui «i valori dello sport: un mezzo per oltrepassare barriere e pregiudizi». Un Municipio IX gay-friendly e a forte vocazione sportiva, dalle parole del suo Presidente Andrea Santoro, orgoglioso di ospitare gli Italian Gaymes nelle strutture pubbliche e private sul suo territorio.

Molte sono già le iscrizioni per la prima edizione degli Italian Games che confermano lo sport il tema caldo dell’estate romana LGBT, al ritmo questa volta di «metti in gioco i tuoi diritti».

Italian Gaymes 2014
dal 17 al 20 luglio 2014
Quadrante EUR
da 10€ a 30€, iscirizone libera a tutti
www.italiangaymes.it