Roma da Leggere

News

Scienza, la Notte Europea dei Ricercatori sta arrivando!

Scienza, la Notte Europea dei Ricercatori sta arrivando!
agosto 28
11:34 2015

Giunta ormai alla decima edizione, la Notte Europea dei Ricercatori promette come ogni anno di avvicinare il pubblico al mondo della ricerca e della scienza. Appuntamento al 25 Settembre 2015

Come ogni anno, il centro di ricerca indipendente Observa, Science in Society ha pubblicato l’Annuario Scienza Tecnologia e Società, che rappresenta un’analisi dettagliata e documentata del rapporto tra scienza, tecnologia e società, con una particolare attenzione alle opinioni dei giovani italiani. Il risultato è in sostanza questo: gli adolescenti italiani sono piuttosto interessati a scienza e tecnologia, e intuiscono che le materie scientifiche imparate a scuola saranno utili sia nella vita quotidiana che in una futura carriera lavorativa.

Quello che colpisce, però, è la risposta che gli studenti danno quando gli si chiede se hanno intenzione di iscriversi ad un corso di laurea scientifico dopo la maturità. Tra i ragazzi che non hanno avuto la possibilità di frequentare dei laboratori scientifici durante il liceo, solo poco più del 6% manifesta l’intenzione di intraprendere un percorso scientifico; se però si pone la stessa domanda ai ragazzi che, al contrario, hanno potuto mettersi alla prova con esperimenti di laboratorio a scuola, la cifra triplica: si sale a più del 20%!

Questi numeri indicano una cosa sola: per piacere, la scienza dev’essere toccata con mano. In altre parole, le lezioni scolastiche svolte tra i banchi, che di certo sono utili e ricche di contenuti, devono però essere il più possibile accompagnate da esperimenti o esperienze dirette. E’ importante trasmettere ai ragazzi l’idea che la scienza non è solo un insieme di formule complicate, ma anche e soprattutto uno strumento fondamentale per comprendere il mondo che ci circonda e innovarlo in modo creativo.

Allo stesso modo, la figura del ricercatore scientifico dev’essere un po’ alleggerita da quell’aurea di sapientone fuori dalla realtà che spesso gli attribuisce l’opinione pubblica: è invece proprio grazie alla passione e alla fantasia, ai fallimenti e alle strade sbagliate, ai ripensamenti e alle intuizioni dei ricercatori che la scienza dimostra il suo lato umano, fermamente legato alla vita quotidiana.

La Notte Europea dei Ricercatori serve proprio a questo: avvicinare il pubblico al mondo della scienza, dando la possibilità di vivere in prima persona, per una sera, esperimenti e laboratori, attività per bambini e seminari, il tutto sotto la guida dei ricercatori che nei laboratori e nelle aule ci lavorano sul serio.

Giunta alla decima edizione, la Notte Europea dei Ricercatori è un progetto coordinato dall’associazione Frascati Scienza e reso possibile grazie a finanziamenti della Commissione Europea. Quest’anno si terrà il 25 Settembre, e per la prima volta alle sedi di Roma e Frascati si aggiungeranno quelle di Trieste, Bologna, Milano, Ferrara, Catania, Bari, Cagliari, Pavia e Pisa, oltre che moltissime città europee. Centinaia di eventi, spettacoli, laboratori e attività si svolgeranno in contemporanea, non solo durante la serata, ma anche per tutta la settimana precedente. Il tema di quest’anno è la sostenibilità, che oggi più che mai abbraccia questioni scientifiche, ambientali, sociali, economiche e tecnologiche.

Qui potete trovare maggiori informazioni sull’evento, ma approfondiremo presto il programma insieme.