Roma da Leggere

News

I Live a Roma dal 1° al 15 giugno 2017: 4 concerti per 14 giorni

cronachemaceratesi.it

I Live a Roma dal 1° al 15 giugno 2017: 4 concerti per 14 giorni
maggio 31
19:15 2017
Condividi su:
Share

Ecco i live a Roma dal 1° al 15 giugno 2017. Una selezione straordinaria di quattro concerti entusiasmanti che si svolgeranno nella Capitale più uno da noi considerato la ciliegina sulla torta

Il termine del campionato di calcio coincide anche con la fine della stagione dei concerti al chiuso, prima dei numerosi live che animeranno (oh se l’animeranno!) le notti dell’Estate Romana. Sono le ultime chicche di qualità che, a dispetto dei nomi che ai più sembreranno sconosciuti, smuoveranno sicuramente la vostra curiosità nel cercare qualcosa di nuovo nel, a volte asfittico, mondo musicale dei giorni nostri. Asciugatevi, quindi, le lacrime per l’addio al calcio del Capitano e ritrovate il sorriso con uno dei live a Roma dal 1° al 15 giugno 2017 che Roma da Leggere puntualmente vi propone. Scommettiamo che ritornerete a sorridere?

 

I 4 Live a Roma dal 1° al 15 giugno 2017 per andare a colpo sicuro!

 

Fonte Foto: mescalina.it

Il Live Cappadonia
Location Le Mura Music Bar Ore 22,00
Quando Giovedì 1° giugno 2017
Consigliato perchè Cappadonia è un cantautore siciliano con un ottimo pedigree, nonostante la giovane età. Già membro di band come Gli Avvoltoi ed i Sick Tamburo, Cappadonia esordisce solista lo scorso anno con un acclamato album intitolato Orecchie Da Elefante, prodotto da Pietro Alessandro Alosi del Pan Del Diavolo. Sonorità tipiche del rock britannico si fondono con il folk di matrice USA, per poi permeare il tutto con un’inconfondibile tocco mediterraneo per un risultato che lascia a bocca aperta. Se volete provare qualcosa di nuovo…

 

Fonte Foto: zero.eu

Il Live Shellac

Location Monk Live Club Ore 22,00

Quando Giovedì 8 giugno 2017
Consigliato perchè gli Shellac sono una delle band storiche e più apprezzate di tutto l’alternative rock statunitense. Guidati dal mito vivente Steve Albini (ingegnere del suono e produttore di band come Nirvana, Sonic Youth, Pixies…e anche dei nostri 24 Grana!), gli Shellac sono un trio potentissimo che raccoglie un pubblico trasversale ma unito nel celebrare la grandezza della loro musica. Non particolarmente prolifici (5 albums in 25 anni di carriera), ma con una produzione sempre di alta qualità, non mancheranno di darvi una bella spettinata alle orecchie. D’altronde, stiamo parlando di Steve Albini!

 

Fonte Foto: rockol.it

Il Live Giorgio Canali

Location 30 Formiche Ore 22,00
Quando Venerdì 9 giugno 2017
Consigliato perchè un concerto di Giorgio Canali è sempre un evento da non perdere. Veterano del rock italiano, prima con i Politrio, poi come fonico nei Litfiba degli anni d’oro ed infine membro fondatore dei leggendari CSI, Giorgio ha anche una fitta produzione solista. Canzoni in italiano ed anche in francese, mimica che completa il tutto condito dal suo modo di proporsi molto borderline, fanno di Canali un performer unico. Scommettiamo che alla fine vi farete anche un gin-tonic insieme a lui?

 

Fonte Foto: allinfo.it

Il Live The Falls
Location Traffic Live Ore 22,00
Quando Mercoledì 14 giugno 2017
Consigliato perchè i The Falls sono di Roma, ma potrebbero essere di Londra grazie al loro sound di respiro internazionale. Cinque elementi provenienti da diverse esperienze musicali che si sono ritrovati in una nuova casa e, grazie al disco d’esordio Mind The Gap, si stanno facendo conoscere in giro con una fitta programmazione live. Carichi e con una piacevole dose di teatralità, non mancheranno di farvi divertire trascinandovi nel loro vortice musicale.

 

Il Live a Roma dal 1° al 15 giugno 2017 che vi sorprenderà!

 

Fonte Foto: cronachemaceratesi.it

Il Live Cody ChesnuTT
Location Monk Live Club Ore 22,00
Quando Venerdì 2 giugno 2017
Sorprendente perchè Cody ChesnuTT è un cantante R&B americano veramente fuori dal comune. Una voce potente e per niente scontata unita ad un songwriting di livello e lontano dalle frequenze FM, Cody percorre terreni personali tracciando una nuova via per la black music. Diventato famoso già nel 2002 con il pezzo The Seed cantato insieme ai Roots, giunge ora al terzo lavoro solista intitolato My Love Divine Degree che conferma il suo talento espresso nel precedente Landing On A Hundred del 2012. Se siete stanchi delle solite melense voci R&B che ci propinano giornalmente, andate a vedere uno figo, maiuscolo come la doppia TT del suo cognome…andate a vedere Cody ChesnuTT.

Condividi su:
Share

0 Commenti

Ancora nessun Commento!

Non ci sono commenti per ora, vuoi aggiungere uno?

Scrivi un commento

Scrivi un Commento