Roma da Leggere

News

4 esposizioni per 14 giorni: le mostre di fine marzo 2017!

4 esposizioni per 14 giorni: le mostre di fine marzo 2017!
marzo 20
15:50 2017

OGNI 14 GIORNI ROMA DA LEGGERE PROPONE AI SUOI LETTORI 4 ESPOSIZIONI PER ANDARE SUL SICURO PIÙ UNA CHE SORPRENDERÀ ANCHE I FREQUENTATORI D’ARTE: ECCO LE MOSTRE DI FINE marzo 2017 PER IL PERIODO CHE VA DAL 18 AL 31 marzo!

La città delle fontane berniniane, delle chiese barocche e delle meraviglie romane a cielo aperto si fa quotidianamente cornice di innumerevoli mostre e per il cittadino spesso è difficile scegliere fra le numerose proposte. Per fronteggiare questo problema, Roma da Leggere vi aiuta nella selezione!
Ecco la guida delle mostre scelte dalla nostra redazione: ogni due settimane 4 esposizioni per 14 giorni vi proporrà 4 mostre adatte a chi vuole andare sul sicuro più una che, inaspettatamente, sorprenderà anche i frequentatori più assidui. Ecco le mostre di fine marzo 2017 a Roma che non potete perdervi dal 18 al 31 marzo 2017!

LE 4 PER ANDARE SUL SICURO!

La mostra Nick Devereux
Dove Museo Pietro Canonica
Quando Fino al 30 aprile 2017
Ci piace perché Nick Devereux, dopo aver soggiornato a più riprese a Roma ha concepito un progetto ispirato al contesto storico e culturale del Museo Canonica che si sviluppa attraverso alcuni dei sistemi espressivi più ricorrenti nel suo percorso creativo: pittorico, plastico, grafico, installativo. Il progetto è volto a far riflettere sul rapporto tra protagonisti dell’arte contemporanea internazionale e offre al pubblico l’opportunità di apprezzare la produzione di esponenti particolarmente rappresentativi della creatività odierna, assenti nella scena espositiva pubblica italiana.

La mostra Magia della luce. Specchio e simbolo nell’opera di Lorenzo Ostuni
Dove Musei di Villa Torlonia – Casina dei Principi
Quando Fino all’11 giugno 2017
Ci piace perché Per la prima volta, gli specchi di Lorenzo Ostuni sono accolti in una mostra: 35 tra le più significative opere dell’artista, organizzate in un percorso tematico. Si parte dalla relazione tra il lavoro di Ostuni e il tema dello specchio nell’arte, per poi mettere a fuoco le sue ricerche sui segni zodiacali, le lettere dell’alfabeto ebraico e, ancora, su ritratti e alchimia. Per approdare, infine, al rapporto tra l’uomo e il divino, tra mito e religione.

La mostra Vivian Maier. Una fotografa ritrovata
Dove Museo di Roma in Trastevere
Quando Fino al 18 giugno 2017
Ci piace perché La mostra rappresenta un’occasione per conoscere la vita e l’opera di Vivian Maier. Esposte 120 fotografie in bianco e nero realizzate da Vivian Maier tra gli anni Cinquanta e Sessanta insieme a una selezione di immagini a colori scattate negli anni Settanta, oltre ad alcuni filmati in super 8.

La mostra I Fori dopo i Fori. La vita quotidiana nell’area dei Fori Imperiali dopo l’Antichità
Dove Mercati di Traiano – Museo dei Fori Imperiali
Quando 30 marzo – 10 settembre 2017
Ci piace perché La mostra si propone di illustrare le vicende dell’area archeologica dei Fori Imperiali, nel periodo medievale e moderno, attraverso l’esposizione di reperti rinvenuti durante gli scavi dell’ultimo ventennio e normalmente confinati all’interno dei depositi del Museo dei Fori Imperiali. Si tratta di oggetti che hanno accompagnato gli abitanti del quartiere sorto sui Fori o che sono stati da loro prodotti.

QUELLA CHE VI SORPRENDERÀ!

La mostra Spartaco. Schiavi e padroni a Roma
Dove Museo dell’Ara Pacis
Quando 31 marzo – 17 settembre 2017
Ci piace perché La mostra intende indagare la realtà della schiavitù nella vita quotidiana e nell’economia della Roma imperiale. Grazie ad archeologi, scenografi, registi e architetti la mostra restituisce la complessità del mondo degli schiavi nell’antica Roma a partire dall’ultima grande rivolta guidata dallo schiavo e gladiatore trace Spartaco tra il 73 e il 71 a.C.I diversi ambiti della schiavitù ai tempi dell’impero vengono raccontati attraverso 250 reperti archeologici. Le opere sono inserite in un racconto immersivo composto da installazioni audio e video che riportano in vita suoni, voci e ambientazioni del contesto storico.