Roma da Leggere

News

Ora solare 2018, lancette un’ora indietro nella notte tra sabato 27 e domenica 28 ottobre

Ora solare 2018, lancette un’ora indietro nella notte tra sabato 27 e domenica 28 ottobre
ottobre 26
16:08 2018

A partire dalle 3 di notte tra sabato e domenica si dormirà un’ora in più e le giornate saranno più corte. Ecco tutto quello che c’è da sapere sull’ora solare 2018

Finita l’estate si saluta anche l’ora legale. Dopo gli ultimi colpi di coda di caldo durante le “ottobrate romane”, ci si inizia a prepare a quelli che sono i periodi più freddi e “bui”. Già, perchè a partire dalla notte tra sabato 27 e domenica 28 ottobre scatterà l’ora solare 2018, che vorrà dire che le giornate saranno più corte. Più corte di quell’ora che si recuperà dormendo sessanta minuti in più, con lo spostamento delle lancette dalle 3 alle 2 di notte.

Detto così potrebbe sembrare un vantaggio per chi ha del sonno arretrato, ma in realtà – come avviene con il passaggio opposto dall’ora solare a quella legale – il cambio d’ora finisce con l’avere un’incidenza non del tutto positiva sul riposo e sulla vita quotidiana delle persone. Al di là delle ripercussioni su chi ha soffre di disturbi del sonno, infatti, la riduzione delle ore di luce – specie nella prima settimana – finisce inevitabilmente con l’aumento del cattivo umore e quindi con una conseguente riduzione dell’efficienza lavorativa ed un peggioramento generale della qualità della propria vita. Insomma, si finisce col sentirsi più stanchi.

Per affrontare meglio il passaggio dall’ora legale all’ora solare 2018, dunque, il consiglio è sempre quello di fare attività fisica, specie al mattino presto, quando inizia a fare giorno. E per quanto riguarda l’alimentazione, è preferibile mangiare poco ed in maniera equilibrata, specie la sera.

L’ora solare ci accompagnerà sino al 31 marzo 2019, quando farà ritorno l’ora legale: malgrado tutte le discussioni che si sono create nei mesi scorsi intorno all’idea della Commissione europea di abolire l’ora legale, al momento l’orientamento principale sarebbe quello di far decidere i singoli Stati se mantenere un unico orario durante l’intero anno  solare oppure se passare ai consueti due.

0 Commenti

Ancora nessun Commento!

Non ci sono commenti per ora, vuoi aggiungere uno?

Scrivi un commento

Scrivi un Commento