Roma da Leggere

News

Pagelle Genoa-Roma 0-1, un’autorete e Szczęsny regalano la vittoria ai giallorossi | Top&Flop

Pagelle Genoa-Roma 0-1, un’autorete e Szczęsny regalano la vittoria ai giallorossi  | Top&Flop
gennaio 08
17:29 2017

Pagelle Genoa-Roma 0-1, prima vittoria del 2017 per i giallorossi che chiudono l’ultima giornata del girone d’andata di serie A, domenica 8 gennaio 2016, espugnando il campo genoano. Determinanti il portiere polacco e il solito Nainggolan. Male Perotti

Pagelle Genoa-Roma 0-1 – Con la stessa autorevolezza con cui la Roma aveva chiuso il 2016 battendo 3-0 il ChievoVerona, i giallorossi vincono e convincono anche nel primo match del 2017, giocato domenica 8 gennaio 2017. Al Ferraris di Genova, la squadra di Spalletti supera il Genoa 1-0, chiudendo a 41 punti il girone di andata della Serie A. Un successo davvero pesante, perché quello genoano è sempre stato un campo difficile (nel quale è caduta anche la Juventus) come dimostra la sofferenza del finale, con Szczęsny che salva il risultato al 92′. La squadra di Spalletti blinda la sua porta e la sua seconda posizione e dà una dimostrazione di carattere su un campo difficile, con una prestazione molto positiva.

Nel primo tempo scende in campo una Roma ben convinta e determinata, consapevole della sua superiorità individuale e di gruppo. Una superiorità che si evidenzia minuto dopo minuto, con il Genoa incapace di produrre azioni pericolose (eccezion fatta per un tiro al 2′ di Laxalt e di un palo su punizione). La Roma trova meritatamente il gol dell’1-0, anche se su autorete e gestisce agevolmente il vantaggio. Anche la ripresa è molto vivace e tante sono le occasioni da rete. Le più clamorose capitano sui piedi di Dzeko, che però spreca mandando alto la prima e sparando sul palo la seconda. Il Genoa pressa la Roma soprattutto nel finale e il tiro di Ocampos deviato dal portiere polacco in pieno recupero grida vendetta. Per i giallorossi non poteva esserci una miglior chiusura del girone d’andata e un miglior inizio di anno nuovo.

La partita

Spalletti deve rinunciare a Manolas e opta per la difesa a tre – Rudiger, Fazio e Juan Jesus – mentre sulle fasce piazza Bruno Peres ed Emerson Palmieri, con Strootman e De Rossi centrali. Nainggolan fa il trequartista dietro Perotti e Dzeko. Dall’altra parte, Juric schiera Simeone con Ocampos e Ninkovic. L’inizio è col botto: nei primi 2′ si registrano già due tiri pericolosissimi in porta. Prima è Laxalt a scaldare i guantoni di Szczęsny; sul ribaltamento di fronte è Dzeko, con una bella conclusione a volo, a chiamare all’intervento Perin, il quale si infortuna al ginocchio e dopo qualche minuto è costretto a lasciare i pali al suo vice, Lamanna. La partita mantene le premesse di un gioco spumeggiante da ambo i lati, con la Roma che sembra più determinata in attacco. Al 15′ Dzeko lancia in profondità Nainggolan che entra in area ma svirgola malamente al lato.

Con il passare dei minuti, la squadra di Spalletti si impossessa del pallino del gioco e costruisce tanto, grazie alla buona vena di Dzeko e alla determinazione di Nainggolan, ma manca sempre la pericolosità sotto porta e Lamanna non correre poi chissà quali grossi pericoli. Al 36′ i giallorossi vanno meritatamente in vantaggio, sfruttando – dopo una insistita azione d’attacco di Nainggolan – una deviazione nella propria porta di Izzo su tiro di Bruno Peres. Due minuti più tardi, il Genoa mette paura alla Roma, con una deviazione di Ninkovic che viene deviata sul palo.

La ripresa comincia così come era iniziato il primo tempo, con ritmi elevatissimi e diverse occasioni da rete: la più ghiotta è quella di Dzeko al 57′, il quale, con il sinistro, in area anticipa un difensore, spendendo però sul palco un assist al bacio del solito Nainggolan. L’attaccante bosniaco fallisce la terza occasione personale al 70′ sparando alto una palla servita da uno Strootman in costante crescita. Al 76′ i due allenatori cambiano le carte in tavola: fuori uno spento Perotti, per la Roma, dentro El Shaarawy; per il Genoa, invece, Pinilla sostituisce Lazovic. Negli ultimi minuti, il Genoa preme sull’acceleratore alla ricerca disperata del pareggio, fino all’ultimo dei 4′ di recupero. La difesa giallorossa va in apnea e al 92′ il portierone polacco fa il miracolo smanacciando il velenoso tiro di Ocampos. Ma, dopo la sofferenza finale, la Roma – questa volta – riesce a resistere alla pressione avversaria con gli interventi di Rudiger e Fazio e chiude il match senza subire reti.

PAGELLE GENOA-ROMA 0-1: TOP&FLOP

TOP

Nainggolan – Sempre nel vivo dell’azione. Sempre determinante. Sempre un combattente. Non segna, ma ci prova e quando può serve assist (non sfruttati) per i suoi compagni. Incisivo.

Szczęsny – Il portiere polacco riesce a tenere inviolata la sua porta non solo grazie al buon lavoro difensivo di tutti i suoi compagni di squadra, ma anche mettendoci del suo al principio ed alla fine della gara: decisivi i suoi due interventi, su Laxalt al 2′ e su Ocampos al 92′. Determinante.  

Dzeko – Si conferma un elemento fondamentale per l’attacco, un’ottima sponda per i compagni e bravo a difendere il pallone e far salire la squadra. E’ vero, sulla coscienza ha tre nitide palle gol sprecate, ma sulla prima è stato bravo Perin, sulla seconda ha sbagliato lui e sulla terza il palo e la sfortuna gli hanno detto di no. Punto di riferimento.

Bruno Peres – Dopo un anonimo inizio di stagione, l’ex esterno del Torino sta trovando una certa continuità di rendimento e una maggiore sicurezza nei propri mezzi, come dimostrano certi numeri in mezzo al campo. Da un suo tiro nasce il gol della vittoria giallorossa, complice la deviazione del genoano Izzo. In crescita.

FLOP

Perotti – Prova anonima dell’atteso (e fischiatissimo dai supporters di casa) ex della partita. Mai uno spunto, mai un inserimento e sostituzione, nella ripresa, più che meritata. Ectoplasma.