Roma da Leggere

News

Pink Floyd Legend day: all’Auditorium Conciliazione di Roma uno show intenso e coinvolgente | RECENSIONE

Pink Floyd Legend day: all’Auditorium Conciliazione di Roma uno show intenso e coinvolgente | RECENSIONE
novembre 26
16:46 2017
Condividi su:
Share

Emozioni e ospiti speciali, sabato 25 novembre, per la seconda edizione del Pink Floyd Legend day, proponendo i brani tratti dall’album Pulse. Hanno partecipato alla serata anche il percussionista Gary Wallis e le vocalist Claudia Fontaine e Durga Mc Broom

Uno spettacolo intenso, ricco di suoni, luci e colori, per un coinvolgimento completo. Questo è ciò che regalano i Pink Floyd Legend con l’intento di riproporre la storica band al pubblico nel modo più fedele possibile. Dopo l’importante tributo ai 40 anni di Animals, i PFL sono tornati all’ Auditorium Conciliazione di Roma per la seconda edizione del Pink Floyd Legend day, una serata tutta dedicata all’universo floydiano, inaugurata dalla mostra dei  Lunatics (l’associazione che raggruppa alcuni tra i più famosi collezionisti italiani dei Pink Floyd) che ha  raccolto con foto, rarità discografiche, memorabilia. Questa volta l’obiettivo è stato celebrare l’ultimo importante tour italiano The Division Bell del 1994 le cui registrazioni diedero vita al doppio album live P•U•L•S•E.

Il concerto si è svolto sabato 25 novembre 2017 ed ha raccolto i successi di 40 anni di musica della band britannica, passando per i brani più celebri tratti dai vari album quali The WallAnimals, Dark Side of The Moon, The Division Bell, molti di questi raccolti nel doppio album live, che racconta l’ultimo tour della storica band che a Roma si esibi negli studi di Cinecittà. Ad accogliere i PFL un pubblico sempre eterogeneo, capace di racchiudere generazioni diverse e allo stesso di rendere i brani dei Pink Floyd sempre vivi ed attuali. Gli spettacoli che vengono riprodotti fedelmente  sono curati grazie alle suggestive scenografie, a laser show, effetti speciali e giochi di luce insieme alla proiezione di contenuti tridimensionali, i video dei brani sul caratteristico schermo circolare retrostante, tipico dei concerti dei Pink Floyd e per l’occasione adattato alla scenografia originale del di Pulse.

Fabio Castaldi (basso e voce), Andrea Fillo (chitarra e voce), Emanuele Esposito (batteria),Simone Temporali (tastiera e voce), Paolo Angioi (chitarra, basso, voce), Michele Leiss (sax), Andrea Arnese (effetti audio/video, chitarra acustica)  e le tre coriste Martina Pelosi, Sonia Russino e Giorgia Zaccagni aprono la serata con uno show carico di energia, durante il quale – tra fumo e luci scoppiettanti – il pubblico può da subito ascoltare il tributo a The Wall (e Pulse) con uno tra i brani più amati di sempre, The Happiest Days of Our Lives, nel suo incalzare su Another Brick in the Wall parte II, con lo scenografico aereo da guerra che termina il suo volo infrangendosi sul palco e, nel frattempo, nei video e sul palco il gigante pupazzo del maestro balla tra giochi di luce e martelli che marciano. 

Il tributo ha riguardato anche Animals con Pigs – Pigs on the Wings dove alle due chitarre se ne aggiunge una terza acustica ed Algie, il maiale che vola sopra la centrale elettrica di Battersea Power Station, scende sotto forma di gonfiabile dall’alto del palco dominando la scena.

Durante l’intermezzo di pausa sono stati proiettati sullo schermo retrostante video relativi al concerto negli studi di Cinecittà, con gli aneddoti raccontati dagli ospiti speciali: le coriste Druga McBroom, Claudia Fontaine e il percussionista Gary Wallis. La seconda parte del live del Pink Floyd Legend day è dedicata tutta a Pulse, entrano le due coriste e si aggiunge la seconda batteria di Gary Wallis, con brani e groove apprezzatissimi eseguiti con minuzia quali High Hopes dai suoni ciclici e l’incalzante ed alienante ticchettio degli orologi di Time, accompagnata da luci al neon e suggestivi laser show. Neanche il tempo di rifiatare quando difronte a The Great Gig in the Sky il pubblico si trova rapito nel silenzio ad ascoltare i virtuosi soli delle tre coriste Druga McBroom, Claudia Fontaine e Martina Pelosi. Non sono mancati il suoni del sax, delle tastiere e brani celebri quali l’intensa Shine on you crazy Diamond, Confortably Numb, Learning to Fly, Wish You Were Here. In sclatetta anche brani quali Brain Demage, Hey you Keep Talking (The Division Bell).

Uno spettacolo, quello del live del Pink Floyd Legend day, che con Pulse ha riproposto i brani piu amati passando per Dark side of the Moon fino a The Division Bell, ripercorrendo l’ultimo storico tour dei Pink Floyd.

Condividi su:
Share

0 Commenti

Ancora nessun Commento!

Non ci sono commenti per ora, vuoi aggiungere uno?

Scrivi un commento

Scrivi un Commento

 

L'agenda degli eventi

Dic
11
lun
2017
10:00 Picasso, tra Cubismo e Classicis... @ Scuderie del Quirinale
Picasso, tra Cubismo e Classicis... @ Scuderie del Quirinale
Dic 11@10:00–20:00
Picasso, tra Cubismo e Classicismo alle Scuderie del Quirinale @ Scuderie del Quirinale | Roma | Lazio | Italia
Picasso, tra Cubismo e Classicismo: dal 22 settembre al 21 gennaio 2017 le Scuderie del Quirinale ospitano una mostra dedicata al genio spagnolo e alle opere ispirate dal suo soggiorno

Seguici su Twitter

Iscriviti alla Newsletter