Roma da Leggere

News

Povero Pesce Fiumicino…..il locale a km 0

Povero Pesce Fiumicino…..il locale a km 0
dicembre 04
07:58 2012

 

Povero pesce, ristoranti equo e solidali

Guida alla ristorazione equo

Sul litorale laziale  nel luogo più noto ai Romani dove poter degustare dei piatti ittici, si trova il  nostro povero pesce (mare nostrum)made in Fiumicino (leggi la recensione).

Si potrebbe quasi dire che il buon vino  sta Castelli Romani come il ‘pesce fresco’ sta a Fiumicino… E cmq così dovrebbe essere! Ma di cantine con vino mediocre se ne trovano tante così come in tanti locali si trova abbondanza di pesce fresco. La riflessione nasce proprio dal verificare quanta richiesta viene soddisfatta per i clienti riguardo il mercato del pesce. Non ci si chiede mai se il pesce abbia una stagionalità e in particolare non si riflette mai sul fatto che la natura sia così attenta a produrre delle perfette orate e /o spigole da 300grammi perfette per le monoporzioni! La ‘pezzatura’ del pesce (non di allevamento) ha di certo dimensioni diverse.

Se anche voi fate parte di coloro che almeno una volta, seduti ai tavoli del ristorante vi siete fatti queste e d altre domande, allora sarete contenti di conoscere questo locale a Km 0 che promuove la pesca eco-sostenibile e mette nel piatto il pesce azzurro del mar Tirreno.

I principi di eco-sostenibilità e di consumo responsabile vengono applicati con coerenza e trasparenza in tutti gli aspetti: dalla scelta degli ingredienti per i piatti  fino allo smaltimento differenziato di tutti i materiali di consumo. Per questo i tavoli hanno le tovaglie di carta riciclata e i detersivi utilizzati sono biodegradabili.

Il locale ha pochi tavoli e si respira un’aria antica e autentica senza cedere alle lusinghe di etichette da fichetti della gastronomia.

La cucina è ”nuda” come dicono i 2 proprietari Sergio Comandè e David Ambrosino, visto che nel menù vengono riportati ingredienti e calorie e i piatti sono certificati da una nutrizionista.

E visto che parliamo di trasparenza, allora va detto che il pesce viene acquistato dall’azienda Micmar specializzata nella commercializzazione del pesce locale, il vino della casa è prodotto a Gallicano nel Lazio dall’azienda a conduzione familiare di Gabriele Grilli, la pasta artigianale e prodotta dal Pastificio Masciarelli dell’Aquila, l’olio evo (extra vergine d’oliva) del frantoio Borgia della Sabina, verdura e frutta del ‘Il Melograno’ di Fiumicino.

Il pesce azzurro come il maccarello, il sughero, le alici, gli sgombri, il pesce sciabola vengono sapientemente cucinati dallo chef di origine siciliana William Bernardini ed ecco allora: il tortino di alici con le melanzane, la ‘sarda all’imperatore’ con pangrattato e pecorino cotta al forno, anelli al pesce povero, spaghetti con alici e finocchietto e cacciatora di pesce povero.

Ma l’originalità del menù sta nel poter consultare accanto alla lista delle pietanze anche la lista con il corrispettivo apporto calorico e nutrizionale.  Infatti, grazie alla collaborazione di una nutrizionista per la creazione del menù, il locale offre anche una singolare consulenza di dietologia su quanto mangiamo.La collaborazione della nutrizionista

Durante i giorni feriali a pausa pranzo è offerto un menù di pesce a 10 euro perchè il pesce azzurro e’ ricco di grassi insaturi, ricco di omega3 e povero nel prezzo.

In perfetta armonia con gli ideali di eco sostenibilità i proprietari applicano il 30% di sconto a coloro che arrivano nel loro locale in bicicletta e un altro piccolo sconto ai sostenitori del commercio equo solidale clienti del negozio ”Capo Horn” di Madonetta

 

 

 

Povero Pesce

Via Mario Ingrellini 29

tel. 0664211205

www.poveropesce.com

lunedì riposo

prezzo 25 euro

 

0 Commenti

Ancora nessun Commento!

Non ci sono commenti per ora, vuoi aggiungere uno?

Scrivi un commento

Scrivi un Commento