Roma da Leggere

News

Premio Cartagine 2014: tra i premiati anche Roberto Baldassari, Istituto Piepoli

Premio Cartagine 2014: tra i premiati anche Roberto Baldassari, Istituto Piepoli
luglio 15
17:07 2014
Mettersi in gioco sempre: questo il leitmotiv del neo presidente dell’Istituto Piepoli, Roberto Baldassari, che si è aggiudicato il Premio Internazionale Cartagine 2014 per la sezione Imprenditoria, Economia e Social Network

Coraggio, fiducia in se stessi e costante voglia di crescere. Roberto Baldassari, vincitore del Premio Internazionale Cartagine 2014 (leggi l’articolo), spiega le caratteristiche necessarie per emergere nel settore dell’imprenditoria. Neo presidente dell’Istituto Piepoli S.p.A., azienda leader nel campo delle ricerche di marketing e di opinione, Baldassari ha ricevuto il prestigioso riconoscimento per gli alti meriti umani e professionali conseguiti nella sezione Imprenditoria, Economia e Social Network.

«Il mercato è di chi se lo prende – sottolinea il neo presidente – per cui non bisogna avere paura di rischiare e di mettersi in gioco. In un ambiente così competitivo è necessario avere sempre fiducia nei propri mezzi e nelle proprie capacità, con la convinzione di potercela fare  nonostante l’attuale crisi. Infine, caratteristica necessaria per farsi strada nel mondo dell’imprenditoria è la costante voglia di crescere, di maturare. L’unico modo per crescere è smettere di avere paura del giudizio del mercato, poiché solo accettando le critiche, i consigli e gli stimoli che da esso provengono è possibile migliorare. Il mercato ci giudica e ci premia. E chi vale emerge».

Docente di Giornalismo Specialistico nel corso di laurea in Informazione, editoria e giornalismo presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università degli Studi Roma Tre, Roberto Baldassari nel 2008 ha conseguito il titolo di Dottore di Ricerca in Scienze del testo. Letteratura, Cultura Visuale e Comunicazione. Negli ultimi anni,  ha tenuto lezioni su importanti tematiche, quali opinione pubblica e democrazia, processi culturali e comunicativi, nuove forme di comunicazione digitale, ambiente e territorio, marketing politico. Oltre cinquanta le sue pubblicazioni, tra articoli, saggi e monografie. Dal 2008 cura L’opinione degli italiani, l’annuario dell’opinione pubblica,  e periodicamente presenta i risultati delle ricerche ad esso connesse sui principali mezzi di comunicazione nazionali ed internazionali, come La Repubblica, Skytg24, Mediaset, Rai, Ansa e AdnKronos. Attualmente  è membro dell’Organismo Indipendente di Valutazione della Camera di Commercio di Roma. Da giugno 2013, inoltre, Baldassari è presidente dell’associazione culturale no profit Laboratorio Giovani per la Comunicazione e le Pubbliche Relazioni, che ha come missione principale la formazione gratuita di giovani aspiranti reporter provenienti dalle università italiane e straniere.

«Con questo progetto, spero di riuscire a trasmettere agli altri ragazzi un po’ dell’entusiasmo che caratterizza tutto quello che faccio. Non bisogna abbattersi di fronte alla crisi ma impegnarsi a cogliere tutte le opportunità che il mercato ancora offre».

 Il premio, la cui cerimonia di consegna si è tenuta a Roma il 10 luglio 2014 nella Sala della Protomoteca del Campidoglio, è stato promosso dall’Accademia Internazionale Cartagine, associazione culturale senza scopo di lucro. Un prestigioso riconoscimento giunto alla sua XIII edizione e rivolto a tutti coloro che hanno svolto, a livello nazionale ed internazionale, attività a sostegno della cultura della pace e della solidarietà. Nel corso degli anni, tante le personalità del mondo della politica, dell’economia e dello spettacolo che sono state premiate: dal Presidente della Repubblica Italiana Giorgio Napolitano al musicista cantautore Lucio Dalla; dall’ex Segretario Generale dell’Onu Kofi Annan al Pilota di Formula 1 Giancarlo Fisichella. A sottolineare il carattere universale dell’evento,  la forma itinerante della cerimonia di premiazione, che, nelle scorse edizioni, ha avuto luogo in varie città del Mediterraneo, da Sousse (2001) ad Hammamet (2002), da Cartaghena (2003) a Trani (2006), da Roma (2007, 2013 e 2014) a Verona (2009).

0 Commenti

Ancora nessun Commento!

Non ci sono commenti per ora, vuoi aggiungere uno?

Scrivi un commento

Scrivi un Commento