Roma da Leggere

News

Primo Maggio, concertone con Capossela, Elio e Silvestri

Primo Maggio, concertone con Capossela, Elio e Silvestri
aprile 30
22:28 2013
Primo Maggio

Francesco Di Giacomo e Vittorio-Nocenzi del Banco del Mutuo Soccorso, durante le prove del Concerto del Primo Maggio

Mancano ancora piccoli ritocchi e poi tutto sarà pronto per le ore 15 di mercoledì 1° Maggio 2013, quando si accenderanno le luci della diretta da Piazza S. Giovanni in Laterano. Anche quest’anno l’Italia avrà il suo “concertone del Primo Maggio”  a Roma, organizzato e promosso da CGIL, CISL e UIL.

Tra i nomi di spicco di questa edizione – che sarà condotta dalla conduttrice televisiva Geppi Cucciari – balzano agli occhi quelli di Vinicio Capossela, Daniele Silvestri, Max Gazzè, Elio e Le Storie Tese, Cristiano De Andrè. Ma non saranno gli unici, perché quest’anno il palco di piazza San Giovanni sarà quanto mai affollato, sia per la presenza di ben cento violoncellisti che per l’esibizione di una orchestra rock composta dai migliori rappresentati del panorama musicale italiano.

La lunga maratona musicale sarà trasmessa in diretta televisiva su Rai3 (per la regia di Stefano Vicario) dalle ore 15, con un’Anteprima del Concerto che proseguirà fino alle 16 per poi dare il via all’evento vero e proprio che verrà mandato in onda ininterrottamente sino a mezzanotte (salvo una pausa per il telegiornale tra le 19 e le 20).

Il tema artistico di quest’anno sarà: “Musica per il nuovo mondo. Spazi, radici, frontiere”.

Primo Maggio

Niccolò Fabi e James Senese durante le prove del Concertone del Primo Maggio

IL CAST – Questo il cast completo del concertone: Vinicio Capossela; Daniele Silvestri; Max Gazzè; Elio e Le Storie Tese; Cristiano De Andrè;  Renzo Rubino; I Ministri; Africa Unite e Marta sui tubi; Motel Connection; Enzo Avitabile e i Bottari; i Management del Dolore Post Operatorio e Marco Notari; il Premio Oscar Nicola Piovani con Tosca, Giovanni Sollima e un’orchestra di 100 violoncellisti. Uno dei momenti più particolari e soprattutto originali si vivrà con la partecipazione di un’incredibile orchestra rock – diretta dal compositore e produttore musicale Vittorio Cosma – che riunisce i migliori musicisti italiani in circolazione: Roberto Angelini, Maurizio Solieri, Chicco Gussoni e Federico Poggipollini alle chitarre; Stefano Di Battista, Enzo Avitabile e James Senese ai sax; Fabrizio Bosso alla tromba; Mario Corvini al trombone; Lorenzo Poli al basso; Boosta dei Subsonica, Andrea Mariano dei Negramaro e Alberto Tafuri alle tastiere; Gnu Quartet agli archi; Sebastiano De Gennaro e Elio Rivagli alle batterie; Capone Bung&Bangt alle percussioni; Moreno Ferrara e Silvio Pozzoli ai cori. L’orchestra suonerà brani storici della musica italiana (da Celentano e Battisti a Dalla e De Gregori) in chiave musicale rock che saranno interpretati da vari Niccolò Fabi, Federico Zampaglione dei Tiromancino, Elio e Le storie Tese, Francesco  Di Giacomo e Vittorio Nocenzi del Banco del Mutuo Soccorso; Appino dei Zen Circus, Emidio Clementi dei Massimo Volume, Cosmo, Colapesce, Erica Mou, Ensi e Giovanni Gulino dei Marta sui Tubi.

Primo Maggio

Nella foto, i finalisti del contest 1M Festival, che saliranno sul palco del Primo Maggio per contendersi il titolo di vincitore di questa prima edizione

IL CONTEST PER GLI ARTISTI EMERGENTI – Il pomeriggio della lunga maratona musicale sarà aperto alla musica emergente, con l’esibizione dei finalisti dell’1M Festival, il contest musicale che ha preso il posto de “il Primo Maggio tutto l’anno” e che offre la possibilità a sei artisti emergenti di esibirsi dal vivo e di essere votati per essere eletti i vincitori di questa prima edizione, iniziata lo scorso dicembre con le fasi WeWeb e WeLive. I sei finalisti sono: Aeguana Way, Almamediterranea, CRIFIU, Honeybird&the birdies, Le Metamorfosi e Toromeccanica. Le votazioni, che avverranno via televoto gratuito, saranno possibili dalle ore 15 alle 19, con l’attribuzione di un numero telefonico univoco per ciascun finalista. I numeri per votare saranno annunciati durante la diretta televisiva e in contemporanea sui siti www.1mfestival.com e www.primomaggio.com oltre che sui canali social del Concerto del Primo Maggio e dell’1M Festival.

Primo MaggioLA CONFERENZA STAMPA DI PRESENTAZIONE – La manifestazione è stata presentata ufficialmente martedì 30 aprile con una conferenza stampa alla quale hanno preso parte  l’organizzatore della rassegna, Marco Godano; il rappresentante del Coordinamento nazionale UIL, Tonino Ascenzi; il compositore e ideatore (con Giovanni Sollima)  del progetto 100 violoncelli, Enrico Melozzi e la conduttrice della serata – alla sua prima esperienza al concertone – Geppi Cucciari.

Nel presentare la manifestazione, Godano parte da ciò che è stato preparato per l’apertura della fase serale (quella con l’ascolto maggiore) dell’evento: a partire dalle ore 20, quarantotto “scudi” formeranno come una sorta di sipario su cui campeggerà la scritta “Primo Maggio” e che si aprirà per dare spazio ai 100 violoncellisti che inizieranno con la loro reinterpretazione dell’Inno di Mameli. E’ con emozione, gioia e stima che accogliamo questi musicisti guidati da Sollima e Melozzi. Per il concertone la presenza di Capossela, Elio e De Andrè è un fatto molto importante. Inoltre, sul finale del brano di Daniele Silvestri saliranno sul palco 50 sordomuti che, con il linguaggio dei segni, spiegheranno il testo della canzone.

IL FANTASMA DI FABRI FIBRA – Tra i grandi esclusi di questa edizione c’è Fabri Fibra, sul quale sia Godano che Ascenzi sembrano chiudersi a riccio, per non dare adito a polemiche. «I nostri editori-promotori si sono dissociati dalla scelta di chiamarlo, per questo motivo non è stato invitato» è la risposta d’ufficio di Godano. «Quest’oggi è in atto una riunione in cui sono presenti tutti insieme i rappresentati di CGIL, CISL e UIL, il che è un fatto di rilievo, visto che di solito si parla dei sindacati solo quando litigano – afferma, invece, un po’ indispettito Tonino Ascenzi – e si sono riuniti per motivi ben più importanti per il Paese che non per discutere dell’esclusione di Fabri Fibra. Per cui parliamo di questo e non di un argomento che per noi è già chiuso da tempo».

Primo MaggioGeppi Cucciari presenta il suo ruolo nella lunga maratona: «sul palco vedrete sicuramente un po’ di me e del mio lavoro realizzato con i miei autori. Ma ovviamente sarà la musica ad essere la protagonista dell’evento. E’ ovvio che ci saranno dei cambi palco ed approfitterò di questi buchi per portare a conoscenza delle storie di donne lavoratrici. Mi sto dedicando a questo impegno con onore e professionalità, lavorandoci con tutta me stessa».

Si assiste ad un siparietto simpatico quando la Cucciari commette una mezza gaffe, dichiarando che la presenza femminile sul palco di quest’anno è quasi del tutto assente: non fa in tempo a scherzare sulle assenze per maternità di Elisa e di Carmen Consoli, che da più fronti (organizzatori, giornalisti e persino alcuni dei finalisti dell’1M Festival presenti alla conferenza stampa) inizia a ricevere indicazioni sui nomi di tutte le artiste che saranno presenti al Concertone, al punto che – con la solita ironia che la caratterizza – Geppi ritratta subito, affermando come  “quella di quest’anno sia quanto mai un’edizione ricca di presenza femminile!”.

Primo MaggioIL FILM DEL CONCERTONE – Nel corso della conferenza stampa, Marco Godano ha anche preannunciato che il Concertone diventerà un film «grazie ai filmati di massimo 15 secondi che si potranno caricare attraverso un’applicazione per smartphone, 1M Video, fino alle 23,59 di domenica 5 maggio. Il film si chiamerà “One Million Eyes, Baby”, per la regia di Stefano Vicario». Sarà un ambizioso lungometraggio che racconterà il Primo Maggio dal punto di vista del pubblico, grazie al materiale che verrà raccolto attraverso la App per cellulari.

«Il concerto di quest’anno è una scommessa – è la chiosa finale di Ascenzi – ma sono convinto che anche quest’anno, come nelle precedenti edizioni, la vinceremo».

Gianluca Vicinanza