Roma da Leggere

News

Roma-Cska Mosca 3-0, Di Francesco risorge con Dzeko e Under | FOTO

Roma-Cska Mosca 3-0, Di Francesco risorge con Dzeko e Under | FOTO
ottobre 23
23:33 2018

Martedì 23 ottobre 2018 i giallorossi conquistano la testa del girone G della Champions League (in compagnia del Real Madrid) con una netta vittoria sulla squadra moscovita. Doppietta dell’attaccante bosniaco, che poi offre l’assist per il compagno turco. Le foto di Roma-Cska Mosca 3-0

[spacer color=”264C84″ icon=”Select a Icon” style=”4″]

La Roma c’è. Ancora una volta la squadra di Di Francesco si ritrova dopo lo smarrimento. E così dimentica in fretta lo scivolone interno di domenica con la Spal e si conferma in Champions, conquistando (in condominio con il Real Madrid) la testa del girone G. Roma-Cska Mosca 3-0: è questo il verdetto del match disputatosi martedì 23 ottobre 2018 allo Stadio Olimpico. Decisiva la doppietta di Dzeko e la rete nella ripresa di Under.

Guarda le foto di Roma-Cska 3-0 e continua a leggere

Eppure non è stata una partita facile per i padroni di casa, che hanno faticato parecchio prima di costruire qualcosa di realmente pericoloso per la retroguardia ospite. Le reti sono arrivate su alcune fiammate, grazie alle quali i giallorossi hanno riacquisito serenità e consapevolezza dei propri mezzi, riuscendo a trovare il 3-0 ad inizio ripresa e giocando in scioltezza per la restante parte della gara. Per Di Francesco è sicuramente un’importante boccata d’ossigeno, in vista dei prossimi delicati impegni in trasferta in campionato, con il Napoli prima e la Fiorentina poi.

Roma-Cska Mosca 3-0: la partita

Il Cska non è il Viktoria e si vede, con la squadra ospite più compatta e meglio organizzata in campo da riuscire a creare anche qualche pericolo ad Olsen. La prima fase di gioco è alquanto equilibrata con qualche occasione da una parte e dall’altra, ma con i padroni di casa non sembrano brillare, dinanzi ai 46mila paganti accorsi all’Olimpico.

La Roma capisce che per mettere in difficoltà deve giocare in velocità e con qualità e così con la prima pregevole azione corale arriva il vantaggio giallorosso: al 30’ combinazione Pellegrini-El Shaarawy con tocco di esterno destro dell’ex Sassuolo per Dzeko che, sottoporta, appoggia facilmente in rete a Pomazun battuto.

La reazione del Cksa è tutta in un tiro (centrale) dalla distanza di Vlasic che Olsen spedisce in calcio d’angolo.

Al 43’ arriva la doppietta di Dzeko: Under penetra centralmente tra tre giocatori, El sharawy – approfittando della caduta del compagno – riesce ad arrivare per primo sulla palla e a servire Dzeko. il quale con un piatto di piatto rasoterra e angolato batte per la seconda volta il portiere avversario.

La Roma si rinvigorisce e il Cska si scioglie come neve al sole già ad inizio ripresa (al 50’) quando il bomber bosniaco si traveste, stavolta, da assist man per servire di testa in area l’accorrente Under che siglia la rete della tranquillità per i giallorossi. E’ l’apoteosi sugli spalti e Di Francesco può tirare un sospiro di sollievo.

La Roma controlla la partita anche se abbassa troppo il ritmo favorendo cosi le occasioni degli ospiti. Un brivido corre al 57’ quando Nabakin ribatte in porta una deviazione non impeccabile di Olsen, ma l’arbitro annulla per fuorigioco. Pochi giri di lancetta più tardi Chalov spedisce alto da buona posizione. Sul 3-0 è fisiologico che la Roma lasci l’iniziativa ai russi per difendersi nella maniera più compatta possibile e ripartire in velocità soprattutto con Under, in stato di grazia. Al 72’ è ancora Dzeko a sfiorare il 4-0 con un colpo di tedsta su corner che dà solo l’illusione del gol. Nel finale c’è ancora tempo per un’ultima occasione per segnare ma la conclusione a distanza ravvicinata di Manolas viene respints d’istinto da Pomazun.

Roma-Cska 3-0: il commento

La sensazione che si ha vedendo dagli spalti giocare la Roma, è che quando la squadra di Di Francesco raggiunge il suo equilibrio tattico riesce ad esprimersi con prestazioni di livello; ma, di contro, il suo è un equilibro molto labile, per cui basta poco – tipo un calo di concentrazione o di prestazione dei singoli o qualche stravolgimento o esperimento del suo allenatore – per creare disastri come quello con la Spal. Contro il Cska la Roma ha ritrovato il suo equilibro e il suo principale marcatore, confermando lo stato di grazia nella più importante competizione europea.

Tags
Condividi

0 Commenti

Ancora nessun Commento!

Non ci sono commenti per ora, vuoi aggiungere uno?

Scrivi un commento

Scrivi un Commento