Roma da Leggere

News

Roma-Juventus 3-1: Totti e Del Piero, un’amicizia oltre la rivalità sportiva | EDITORIALE

Roma-Juventus 3-1: Totti e Del Piero, un’amicizia oltre la rivalità sportiva | EDITORIALE
maggio 15
08:10 2017

Di Roma-Juventus 3-1, posticipo serale della 36^ giornata di Serie A, domenica 14 maggio 2017, ci piace mettere in risalto l’immagine dei due campioni (del Mondo, 2006): separati dai loro rispettivi cammini (giallorosso, uno e bianconero, l’altro), ma uniti da sentimenti di sportività e rispetto

Sin dai tempi di Coppi e Bartali, ogni era ha vissuto un suo dualismo sportivo. Fino ad arrivare a quello attuale tra Messi e Ronaldo. Guardando al calcio di casa nostra e, andando appena un po’ più indietro di qualche anno, una delle storie che il campo di gioco ci ha regalato è quella del continuo raffronto tra due campioni quali Francesco Totti e Alessandro Del Piero: due bandiere, il primo per la Roma ed il secondo per la Juventus; due trascinatori; due idoli per le fiumane di tifosi romanisti, da un lato, e juventini, dall’altro. Ma al di là dell’eterna rivalità tra Roma e Juve, impersonata dai loro due capitani, Totti e Del Piero sono dapprima due uomini che due personaggi di copertina. Anzi, due ragazzi cresciuti diventando uomini che hanno saputo andare oltre questo dualismo costruito per lo più dai media. Ed che hanno instaurato tra di loro un rapporto di amicizia, rispetto e reciproca lealtà. Ed è proprio quest’aspetto che ci tramette le sensazioni più belle di Roma-Juventus 3-1, posticipo serale della 36^ giornata di Serie A, domenica 14 maggio 2017 (LEGGI L’ARTICOLO E GUARDA LE FOTO).

roma-juventus 3-1I due amici/rivali (del recente passato) si sono rivisti poco prima dell’inizio del big match dell’Olimpico. Del Piero, in un giacca blu scuro e camicia bianca, è andato a bordo campo a salutare Totti, tra le riserve della Roma, con la pettorina addosso. Il primo ha lasciato la Juve da qualche anno ed ha ormai appeso gli scarpini al chiodo. Il secondo, invece, è agli sgoccioli della sua carriera calcistica – non di certo aiutato dalla sua società a gestendo al meglio il suo addio al calcio –  e dilaniato dal continuo tarlo “lascio o non lascio? Vorrei ancora giocare, ma non me lo permettono”. Per la cronaca, in Roma-Juventus 3-1 Totti è stato impiegato solo per una manciata dei 5 minuti di recupero…

Chiamateci anche “sentimentali”, “ingenui” o come volete, ma… ecco, con un occhio al (recente) passato dei due campioni – anche del Mondo, grazie al Mondiale vinto in Germania nel 2006 – l’immagine di Totti e Del Piero insieme ci piace perché lancia il messaggio sociale dell’amicizia oltre la rivalità sportiva. E con un occhio al presente, invece, ci piace anche immaginare che Alessandro – nell’orecchio e lontano dagli occhi indiscreti dei fotoreporter – abbia confortato l’amico Francesco su questo dilemma del “lascio o non lascio”, magari dandogli anche qualche consiglio, dal momento che ci è già passato prima di lui…