Roma da Leggere

News

Sciopero dei trasporti a Roma del 12 gennaio 2018, a rischio corse Atac e Tpl

Sciopero dei trasporti a Roma del 12 gennaio 2018, a rischio corse Atac e Tpl
gennaio 11
22:30 2018

Servizio garantito fino alle 8,30 e dalle ore 17 alle 20. Usb: “Sciopero come protesta contro l’accordo sottoscritto a fine novembre”. Tutte le informazioni sullo sciopero dei trasporti a Roma del 12 gennaio 2018

Anno nuovo, ma problemi vecchi. Già, nemmeno il tempo di riprendersi dai postumi legati alle festività natalizie e di riprendere i ritmi quotidiani e lavorativi. I romani dovranno già fare i conti con i primi disagi del 2018. È stato proclamato per venerdì 12 gennaio 2018 il primo sciopero del trasporto pubblico a Roma.

Disagi iniziati lunedì 8 gennaio con lo sciopero che ha riguardato il settore scolastico  e che ha visto centinaia di maestre della scuola d’infanzia e primaria riunite in protesta davanti la sede del Miur. Ora saranno i dipendenti di Atac e Roma Tpl, le due principali aziende capitoline del trasporto pubblico, a chiudere una settimana di fuoco con una mobilitazione della durata di 24 ore.

Mobilitazione indetta dalle sigle sindacali Orsa, Faisa Confail e Usb, mentre quello di Roma Tpl da Fast e Usb. In realtà altro non è che la mobilitazione prevista per lo scorso 5 dicembre e poi differita. Di seguito ecco tutte le informazioni con orari e modalità dello sciopero del trasporto pubblico di venerdì 12 gennaio.

Le modalità dello sciopero dei trasporti a Roma del 12 gennaio 2018

Per quanto riguarda Atac lo sciopero inizierà dalle ore 8,30 fino alle ore 17 per poi riprendere dalle ore 20 fino a fine servizio. In quelle fasce orarie non sarà garantito il servizio di bus, filobus, tram, metropolitane e delle ferrovie regionali Roma-Lido, Termini-Centocelle e Roma-Civitacastellana-Viterbo. Stessa sorte anche il servizio notturno, che comprende le linee da N1 a N28 e, per la fascia 0.01-5.30 linea 913, nella notte fra giovedì 11 e venerdì 12. Con le stesse modalità e con gli stessi orari la mobilitazione avrà ripercussioni anche sulle linee di Roma Tpl.

Sciopero dei mezzi pubblici, le motivazioni dell’USB

Con un comunicato Usb, l’Unione Sindacale di Base, spiega i motivi dell’agitazione, secondo la quale si tratta una forma di protesta contro “l’accordo sottoscritto da Cgil, Cisl, Uil, Ugl e Faisa Cisal il 27 novembre 2017”. Usb, poi, entra nel dettaglio: “la messa all’asta degli immobili di proprietà al miglior offerente, senza nemmeno modificarne la destinazione d’uso, non contribuirà al risanamento del debito, mentre l’inserimento delle 39 ore aumenterà lo stress psicofisico del personale operativo, aggravandone le già precarie condizioni lavorative”.

Tags
Condividi

0 Commenti

Ancora nessun Commento!

Non ci sono commenti per ora, vuoi aggiungere uno?

Scrivi un commento

Scrivi un Commento