Roma da Leggere

News

Smart Ability, la realtà delle diversità | FOTO e VIDEO

Smart Ability, la realtà delle diversità | FOTO e VIDEO
febbraio 10
17:52 2015

Smart Ability, l’evento promosso dal Presidio del Lazio e svoltosi lo scorso 5 febbraio 2015 al Teatro delle Emozioni di Roma, ha permesso alle varie iniziative e progetti di confrontarsi e condividere le diverse esperienze. Un messaggio di pace e integrazione che vede protagonisti lo Sport e le Politiche Sociali nella realtà delle diverse abilità

“Tutti noi siamo diversi. Ognuno di noi è incapace di fare certe cose, dobbiamo rispettare la differenza e capire l’ uguaglianza delle diversità per integrarsi e convivere nella comunità”. Le parole di Mario Junior Da Silva, giovane professore del Gruppo Sem Limites del Progetto Luar de Dança, scaldano il Teatro delle Emozioni, giovedì 5 febbraio 2015, durante l’iniziativa Smart Ability, giornata conclusiva dell’annualità 2014-2015 del progetto del Presidio del Lazio (il Centro Servizi per l’autonomia e le diverse attività).

Guarda la videointervista e continua a leggere:

L’evento ha avuto in programma un incontro dedicato alle scuole del territorio che prevede uno scambio culturale Italia-Brasile-Bielorussia, due spettacoli di danza e una mostra fotografica con proiezioni. Inoltre, nel corso di una tavola rotonda si è parlato anche dei Giochi paralimpici, che si svolgeranno in Brasile nel 2016 a Rio de Janeiro e che coinvolgeranno molti atleti con disabilità di tutto il mondo.

Guarda la photogallery e continua a leggere:

Negli anni ’90 nasce il Progetto Luar in Brasile, dopo che l’ONU dichiara la periferia di Rio de Janeiro la più pericolosa di tutto il mondo. Un milione di abitanti in un solo municipio alla periferia del centro, chiamato “la città per dormire”, carente di cultura e insediamento basico, dove la criminalità è all’ordine del giorno. Mario J. Da Silva ha iniziato così, a sei anni, attraverso la danza, e si è affidato a questo progetto che lo ha salvato dalla strada. Il recupero dei bambini che vivono queste realtà è fondamentale per il futuro delle iniziative d’ integrazione sociale. L’azione più importante è quella di seguirli in un percorso che li renda indipendenti e autosufficienti, formandoli affinché possano divenire professori e insegnare a loro volta in una catena di solidarietà senza fine. Si crea, passo dopo passo, uno spazio dove s’ insegna ad accettare le diversità di tutti e s’ impara soprattutto che una vita autonoma di una persona con disabilità è possibile.

Questa e molte altre iniziative si sono legate al progetto del Presidio del Lazio e allo spirito di cooperazione sociale mosso dalla Regione Lazio in vari progetti di sensibilizzazione, di scambio, di formazione e d’ informazione. Nei percorsi di creatività, di espressività e cooperazione sociale lo Sport ha assunto una posizione centrale assieme alle Politiche Sociali. Lo Sport è diversità e dignità, è un luogo dove tutte le diversità s’ incontrano, senza conflitto, se non in quella sana competizione per superare i propri limiti. L’ interazione e integrazione si esprime al meglio proprio nelle Paralimpiadi, un’ occasione per far emergere le diverse abilità, le Smart Ability, spesso nascoste.

Promosso e organizzato dal Presidio del Lazio, Smart Ability è un evento a cui hanno collaborato l’Assessorato alle Politiche Sociali e Sport della Regione Lazio, il CESC Project (Coordinamento Enti Servizio Civile), il Sociedade Cultural Projeto Luar de Dança,  il CIP (Comitato Italiano Paralimpico) e che è stato curato da COIN (Cooperative Integrate Onlus), Cooperativa Sociale Integrata Matrioska, Cooperativa Sociale Integrata Tamdem, Cooperativa Sociale Integrata Pin.go, Cooperativa Sociale Integrata Capodarco.