Roma da Leggere

News

Tabellino Lazio-Juvntus 1-2: rimonta bianconera, ma Lazio da applausi

Tabellino Lazio-Juvntus 1-2: rimonta bianconera, ma Lazio da applausi
gennaio 27
22:32 2019

Tabellino Lazio-Juventus 1-2: ancora ko i biancocelesti contro una big, che si fanno rimontare da una Juventus col freno a mano tirato. Da applausi la prestazione biancoceleste che domina un tempo

C’è tanto rammarico per quello che poteva essere. Non bastano il carattere e la grinta espressi dalla Lazio, che contro i campioni d’Italia forniscono la migliore prestazione stagionale.  Succede tutto nella ripresa, dopo un primo tempo dominato: passa in vantaggio la Lazio, ma poi si fa raggiungere e superare dalla squadra di Allegri. Termina 2 a 1 per gli ospiti il match dell’Olimpico, valido per la 21^ giornata di Serie A.

Nonostante le assenze e i malumori settimanali legati alle vicende del calciomercato, si confronta alla pari al cospetto della Juventus. Stronca ogni ripartenza avversaria, chiude con carattere e attacca con lucidità. La velocità di Correa, schierato dal primo minuto, è una mina per la difesa bianconera. Così come la fisicità in mezzo al campo di Milinkovic Savic è finalmente proporzionata al suo valore (economico).

Nella prima mezz’ora sono biancocelesti le migliori azioni da gol. La più nitida capita addirittura a Wallace: di testa salta tutto solo, si gira bene, ma non impatta con decisione il pallone. Altra occasione importante quella capitata a Luis Alberto: il suo tiro dalla distanza è respinto bene da Szczesny. Sulla riaprtenza pericoloso il contropiede della Juventus, chiuso bene da Bastos.

Proteste bianconere per un tocco di mani in area di Wallace: il giocatore ha toccato la palla con le mani, cadendo. L’ arbitro Guida, a due passi, vede tutto e fa segno di proseguire. Passano un paio di minuti per l’occasione ghiottissima di Parolo: servito da Milinkovic libera il suo destro. Ottimo il riflesso di Szczesny che respinge istintivamente. E’ uno spettacolo quello offerto in campo dai biancocelesti: anche Immobile aggiunge il suo nome a quello delle occasioni sciupate. L’attaccante supera con un pallonetto il portiere bianconero, ma Rugani sulla linea recupera e alza il pallone in angolo.

La Juventus, dopo un primo tempo anonimo, si riscatta nella ripresa. Il gioco è avvolgente, ma la difesa della Lazio, benchè imprecisa, riesce ad alontanare i pericoli. Sono gli errori dei singoli a favorie l’armata bianconera, che in velocità sembra inarrestabile.

La Lazio c’è, è applaudita e sosteuta dal proprio pubblico, ma manca il gol per coronare una serata che sembra perfetta. Arriva, puntuale, al 59′. Sugli sviluppi di un angolo, l’ennesimo dei padroni di casa, impatta di testa Parolo. La palla viene deviata da Emre Can, ma l’esito è quello che conta: palla in rete e Lazio in vantaggio.

Poteva essere 2 a 0 al 63′, ma Immobile lanciato da Correa spara alto. Ed è questo, col senno del poi, il momento che cambia la partita. 

La Lazio perde in brillantezza e la Juventus è brava ad approfittarne. Bernardeschi si inventa un’accelerata imprendibile per Bastos e fa partire un assist che attraversa l’area laziale non trovando nessun giocatore con la maglia biancoceleste. Emre Can si riprende quello che aveva dato qualche minuto prima e al 75′ firma il gol del pari.

Sono minuti di sofferenza per l’undici biancoceleste, che dopo aver impressionato per buona parte del match non sa più riprendere il pallino del gioco.

La Juventus ha il piede sull’acceleratore e si porta in vantaggio all’87’. Lulic, secondo l’arbitro Guida, atterra Cancelo e assegna il rigore ai bianconeri. Dal dischetto Ronaldo non sbaglia e porta in vantaggio i suoi.

La rimonta è completa e cresce la rabbia laziale. Simone Inzaghi può rimproverare poco i suoi, se non la mancanza di cinismo sotto porta. Non cambia però la storia: ennesima sconfitta contro una big e la Lazio si ritrova settima in classifica.

 

Tabellino Lazio-Juventus 1-2:

LAZIO (3-5-2): Strakosha; Bastos (90′ Neto), Wallace, Radu; Parolo, Milinkovic, Leiva, Luis Alberto (81′ Berisha), Lulic; Correa, Immobile (82′ Caicedo).

A disp.: Proto, Guerrieri, Durmisi, Silva, Cataldi, Badelj, Murgia.

All.: Simone Inzaghi.

JUVENTUS (4-3-3): Szczęsny; De Sciglio, Bonucci (40′ Chiellini), Rugani, Alex Sandro; Emre Can, Matuidi (60′ Bernardeschi), Bentancour; Douglas Costa (70′ Cancelo), Dybala, Ronaldo.

A disp.: Pinsoglio, Perin, Spinazzola, Fagioli, Kean.

All.: Massimiliano Allegri.

Arbitro: Guida (sex. Di Torre Annunziata)

Ass.: Carbone, Di Liberatore

IV uomo: Abbattista

V.A.R.: Aureliano

Condividi

0 Commenti

Ancora nessun Commento!

Non ci sono commenti per ora, vuoi aggiungere uno?

Scrivi un commento

Scrivi un Commento