Roma da Leggere

News

Tabellino Lazio-Sassuolo 2-2: gol e rimpianti. Lulic tiene in corsa i suoi

Tabellino Lazio-Sassuolo 2-2: gol e rimpianti. Lulic tiene in corsa i suoi
aprile 07
20:02 2019

Tabellino Lazio-Sassuolo 2-2: gol presi e mangiati, un punto che tiene i biancocelesti in corsa per l’Europa,  che ha il sapore amaro dell’ennesima occasione sprecata

E’ la dura legge del gol… A differenza del testo degli 883, la partita della Lazio non è così “grande” e gli “altri” non vincono. E’ sufficiente, perchè crea tanto, ma non finalizza mai. Anzi: segna e si mette a guardare cosa accade. E succede che il Sassuolo sfrutta al massimo le due occasioni esfiora la vittoria all’Olimpico.  vince inaspettatmente all’Olimpico. Così, a distanza di una settimana dalla vittoria a San Siro, i biancocelesti ciccano clamorosamente la vittoria casalinga, dopo la sconfitta a Ferrara, e conquistano solo un punto in casa con i neroverdi.

Succede tutto nella ripresa: il gol, su dischetto, di Immobile, l’immediato pareggio e l’assurdo vantaggio firmato Berardi. All’ultimo minuto, di recupero, il pareggio di Lulic (uno dei peggiori in campo).

Eppure il primo tempo è a senso unico, tutto a tinte biancocelesti. Mancano però precisione e gol per sigillare 45 minuti di alta intensità, occasioni create e gol divorati. Questa la sintesi del primo tempo di Lazio-Sassuolo. Biancocelesti vicini al gol con almeno tre nitide occasioni. In avvio il colpo di testa di Acerbi, poi con un tiro, quasi fortuito, di Ciro Immobile che prende il palo esterno, quindi con un’azione lunga e complessa che si è conclusa con il tiro di Luis Alberto. La difesa dei neroverdi però è un muro e superarlo impossibile. E termina così a reti inviolate la prima frazione di gioco, non senza recriminazioni. Polemiche da parte dei padroni di casa per un presunto rigore non fischiato per un fallo su Immobile e per un gilalo, sin troppo severo, ai danni di Parolo (che non è sull’elenco dei diffidati).

Si sblocca il match nella ripresa. Cross dalla destra di Patric, Locatelli ferma il pallone con il braccio. Dopo minuti di polemiche e proteste da una parte e dall’altra, Abisso ricorre al Var ed assegna il rigore ai biancocelesti. Lo trasforma Immobile, che si sblocca dopo il gol sempre dal dischetto, messo a segno contro la Roma ormai più di un mese fa. Lo svantaggio rigenera gli ospiti che dopo aver riposato un tempo, si scuotono al gol preso. Dopo un paio di minuti, infatti, una serie di rinvii sbagliati e Rogerio deposita in rete ristabilendo la parità.

Partita più equilibrata, ma l’occasione maggiore è di Ciro Immobile che al 30^ raccoglie un cross al bacio di Luis Alberto, incredibilmente spara fuori. All’82^ è l’ottimo intervento di Consigli a negare il gol a Milinkovic, ad un passo dal vantaggio laziale.

Tentativi inutili, perchè all’87^ il neo entrato Berardi conclude un contropiede perfetto e porta i suoi in vantaggio.

Non ci sta la Lazio e negli ultimi secondi parte l’assalto alla porta di Consigli. Un assalto che si conclude al 95^ con il gol di Lulic.

Troppo poco e troppi i rimpianti per i punti persi in una settimana contro Spal e Sassuolo: un punto in due partite che potrebbero voler dire addio Champions. L’unica nota positiva è che i titolari risparmiati perchè in diffida non hanno preso gialli e ci saranno tra una settimana a Milano. Contro il Milan sarà spareggio.

Tabellino Lazio-Sassuolo 2-2, gara valida per la 31^ giornata di Serie A disputata domenica 7 aprile alle ore 18,00:

Marcatore: 53′ rig. Immobile (L), 57′ Rogerio (S), 89′ Berardi (S), 90’+5′ Lulic (L)

 

LAZIO (3-5-2): Strakosha; Patric, Acerbi, Radu; Marusic, Parolo (69′ Milinkovic), Badelj (80′ Leiva), Luis Alberto, Lulic; Caicedo (62′ Correa), Immobile.

A disp.: Proto, Guerrieri, Luiz Felipe, Wallace, Bastos, Romulo, Cataldi, Durmisi, Neto.

All.: Simone Inzaghi.

 

SASSUOLO (3-5-2): Consigli; Demiral, Magnani, Peluso; Lirola, Locatelli (66′ Magnanelli), Sensi, Duncan (83′ Bourabia), Rogerio; Boga, Matri (73’Berardi).

A disp.: Pegolo, Lemos, Babacar, Ferrari, Sernicola, Djuricic, Odgaard, Di Francesco, Brignola.

All.: Roberto De Zerbi.

 

 

Arbitro: Rosario Abisso (sez. Palermo)

Ass.: Preti – Mondin

IV uomo: Sacchi

V.A.R.: Manganiello

A.V.A.R.: Longo​​​

 

Tags
Condividi

0 Commenti

Ancora nessun Commento!

Non ci sono commenti per ora, vuoi aggiungere uno?

Scrivi un commento

Scrivi un Commento