Roma da Leggere

News

Terme di Caracalla 2014: in arrivo una stagione di grandi classici

Terme di Caracalla 2014: in arrivo una stagione di grandi classici
giugno 11
14:23 2014

 Terme di Caracalla 2014: in arrivo una stagione di grandi classici

terme di caracalla Manca ormai poco all’apertura dell’edizione 2014 della stagione estiva del Teatro dell’Opera, che andrà in scena come di consueto nella suggestiva cornice delle Terme di Caracalla. Con diverse novità, che seguono l’ondata di rinnovamento cominciata con l’ingresso di Carlo Fuortes alla Sovrintendenza del Teatro dell’Opera: il numero delle recite cresce infatti quest’anno da 9 a 16, per accompagnare il pubblico romano attraverso l’estate fino ad agosto inoltrato.

Una stagione di classici, con una nuova attenzione rivolta alle opere amate dal grande pubblico, magari rinnovate con un occhio contemporaneo. Ad aprire il cartellone di quest’anno, il 24 giugno alle 21, sarà infatti Carmen, nella nuova, originale messa in scena realizzata dall’Orchestra di Piazza Vittorio: una compagnia che da sempre si contraddistingue per la rilettura in chiave popolare del grande repertorio, con una particolare sensibilità verso l’integrazione di tradizioni musicali e culturali diverse, spesso conosciute al pubblico italiano.
“Un’opera comique”, come l’ha definita Mario Tronco, direttore artistico dello spettacolo, che tuttavia “parla di una tragedia che quotidianamente si ripete nel mondo. Un fenomeno che oggi si definisce con la parola ‘femminicidio’, che in passato in Italia veniva giudicato come ‘delitto passionale’, ma che, cambiando i termini, produce sempre lo stesso risultato. Sono sempre gli uomini ad ammazzare le donne”.

THE TOKYO BALLET Il 27 e il 28 giugno la stagione proseguirà con le
creazioni di uno dei più importanti coreografi di tutti i tempi. La compagnia giapponese The Tokyo Ballet, ospite delle Terme di Caracalla, porterà infatti in scena il trittico di Maurice Béjart: Le sacre du printemps, musica di Igor Stravinskij, Le Sept Danses Grecques, musica di Mikis Theodorakis e Don Giovanni, musica di Frédéric Chopin su tema di Mozart.
Un’opera, Le sacre du printemps, che esalta l’immensa forza primitiva della natura, che, nelle parole di Maurice Béjart, “rifiuta ogni pretesa di pittoresco; è un inno all’unione tra Uomo e Donna, a livello più istintivo ed essenziale, un balletto dell’unione tra cielo e terra, un balletto della vita e della morte, eterna come la primavera”.

Il lago dei cigni_Alessandra Amato e Paulo Arrais_Teatro dell'Opera 2013-14_Foto di Francesco Squeglia_0729Il più amato dal pubblico tra i balletti classici, Il lago dei cigni di Pëtr Il’ič Čajkovskij sarà in scena dal 3 al 15 luglio 2014, nella coreografia di Patrice Bart, particolarmente amata dal pubblico del Teatro Costanzi nella scorsa stagione. Cinque le recite in programma, che vedranno alternarsi Jurgita Dronina (Principal all’Het Nationale Ballet), Liudmila Konovalova (First Solist Wiener Staatsballett), e Alessandra Amato (prima ballerina del Teatro dell’Opera di Roma) nel ruolo di Odette/Odile e Paulo Arrais (Principal Dancer del Boston Ballet), Dinu Tamazlacaru (Primo Ballerino Staatsballett Berlin) e Giuseppe Picone nel ruolo del principe Sigfried.

L’opera lirica debutta il 14 luglio con La Bohème di Giacomo Puccini, con repliche fino al 9 agosto: nell’allestimento di Davide Livermore e diretta dal maestro Daniele Rustioni, il pubblico di Caracalla potrà rivivere la passione amorosa di Mimì e Rodolfo immersi nelle proiezioni di capolavori dell’arte impressionista.
A partire dal 24 luglio debutterà anche un altro grande classico lirico, Il Barbiere di Siviglia di Gioachino Rossini, in una nuova produzione diretta dal maestro Stefano Montanari per la regia di Lorenzo Mariani: una rivisitazione dell’opera rossiniana in un musical degli anni ’50.

Infine, torna anche quest’anno un appuntamento tanto classico quanto amato dal pubblico: Roberto Bolle and friends sarà in scena il 25 luglio 2014 assieme a “molti amici”, per regalare uno spettacolo affascinante e variegato a tutti gli amanti della danza.