Roma da Leggere

News

Traiano. Costruire l’Impero, creare l’Europa tra le mura dei Mercati da lui edificati

Traiano. Costruire l’Impero, creare l’Europa tra le mura dei Mercati da lui edificati
dicembre 05
22:37 2017
Condividi su:
Share

A 1900 anni dalla morte dell’imperatore, la mostra Traiano. Costruire l’Impero, creare l’Europa al Museo dei Fori Imperiali


La definiscono “mostra pop” i curatori. Nei colori, nella grafica, nel ricco apparato multimediale. Traiano. Costruire l’Impero, creare l’Europa è allestita negli spazi dei Mercati di Traiano, nel Museo dei Fori Imperiali, fino al 16 settembre 2018.

Pop perché non si tratta di una mostra per specialisti, malgrado il materiale prezioso e ricercato esposto.
Si racconta una storia, si celebra la ricorrenza dei 1900 anni dalla morte di Marco Ulpio Nerva Traiano, imperatore amato dal popolo, dal Senato e dall’esercito. L’unico che abbia raggiunto l’epoca moderna attraverso le leggende e la fortuna nate a partire dal Medioevo. Con Dante che lo colloca nel Purgatorio, come esempio di umiltà. Imperatore la cui più grande virtù risiedeva in una profonda umanità e aspirazione alla pace.

Il racconto qui scorre a ritroso. Si entra nella sua tomba, il basamento della Colonna di Traiano, la cui mole imponente viene evocata all’ingresso della Grande Aula.
La prima delle 7 sezioni che compongono l’esposizione.
Dalla morte avvenuta in Asia Minore alla guerra in Dacia, con i cruenti combattimenti raccontati nel fregio della Colonna Traiana. Con l’esposizione dei calchi provenienti dal Museo della Civiltà Romana. E le statue dei Daci, imponenti e paragonabili a quelle dell’Imperatore.
Dopo la guerra le prime fasi del processo di costruzione della pace.
In un Impero diverso dai precedenti.  5000 kmq, la massima estensione territoriale raggiunta, circa 30 nazioni attuali.
Vengono rafforzate le infrastrutture, le strade, i ponti, gli acquedotti, con l’approntare un nuovo piano strategico economico e sociale.

Una figura, quella di Traiano, oggetto del discorso propagandistico nel Panegirico di Plinio il Giovane. Optimus princeps, il migliore diventato Imperatore, il primo non romano di nascita, non appartenente ad alcuna dinastia imperiale, stratega e valoroso combattente che guadagna il consenso e la fedeltà dei suoi uomini.

Anche le monete e le decorazioni monumentali parlano la lingua della propaganda e contribuirono alla costruzione di un immaginario che esaltava la prosperità dell’Impero. Alla cui costruzione prendono parte anche le donne vicino a Traiano, imprenditrici che si occupano del welfare. Coinvolte nelle scelte ideologiche e politiche dell’Imperatore.

Guarda la photogallery e continua a leggere

Questo slideshow richiede JavaScript.

E mentre si ammirano pezzi pregevoli e conosciuti, negli spazi dei Mercati si scoprono stucchi dorati e affreschi, esempi del lusso privato della Villa di Arcinazzo Romano, mai visti prima se non andando nell’Antiquarium Comunale Villa di Traiano del paese laziale.. Si trovano riunite dopo quattrocento anni due lastre con amorini e grifoni ormai proprietà dei Musei Vaticani e del Pergamon Museum di Berlino. Si scoprono inoltre  luoghi sotterranei sull’Aventino, attraverso filmati che mostrano l’apparato decorativo delle cinque sale finora indagate della Domus privata di Traiano. Luogo inaccessibile e difficilmente visitabile. Mentre diventano accessibili spazi mai aperti nei Mercati e una mano colossale e il profilo di una sconosciuta testa dell’Imperatore, sorprendentemente ritrovati nei magazzini.

E a chiusura della mostra la Columna mutãtio – La Spirale, una istallazione di Luminita Tāranu che trae spunto dalla Colonna Traiana. Un’allusione poetica alla memoria storica, come frammento senza inizio e senza fine, dove il tempo non viene fermato, ma scorre via infinitamente.

Una mostra tutta da apprezzare, con un azzardo però nel titolo: Costruire l’impero, creare l’Europa. La cultura della guerra finalizzata ad ampliare l’Impero favoriva l’inclusione delle diverse popolazioni. Ma non era solo per inserirle nell’organizzazione dello Stato Romano?

TRAIANO. COSTRUIRE L’IMPERO, CREARE l’EUROPA

Fino al 16 settembre 2018
Mercati di Traiano – Museo dei Fori Imperiali
Via Quattro Novembre, 94 – 00187 Roma
Orari: ore 9,30 – 19,30
Biglietto: Intero € 15,00 – Ridotto € 13,00 (Riduzioni per residenti in loco)
Tel.  060608
www.mercatiditraiano.it

Condividi su:
Share

0 Commenti

Ancora nessun Commento!

Non ci sono commenti per ora, vuoi aggiungere uno?

Scrivi un commento

Scrivi un Commento

 

L'agenda degli eventi

Dic
11
lun
2017
10:00 Picasso, tra Cubismo e Classicis... @ Scuderie del Quirinale
Picasso, tra Cubismo e Classicis... @ Scuderie del Quirinale
Dic 11@10:00–20:00
Picasso, tra Cubismo e Classicismo alle Scuderie del Quirinale @ Scuderie del Quirinale | Roma | Lazio | Italia
Picasso, tra Cubismo e Classicismo: dal 22 settembre al 21 gennaio 2017 le Scuderie del Quirinale ospitano una mostra dedicata al genio spagnolo e alle opere ispirate dal suo soggiorno

Seguici su Twitter

Iscriviti alla Newsletter