Roma da Leggere

News

Uomini sull’orlo di una crisi di nervi, in scena le disavventure dell’universo maschile | RECENSIONE

Foto di Mirella Stefanucci

Uomini sull’orlo di una crisi di nervi, in scena le disavventure dell’universo maschile | RECENSIONE
ottobre 14
10:30 2017

Fino al 29 ottobre 2017 al Teatro Marconi di Roma la commedia cult Uomini sull’orlo di una crisi di nervi mette in scena il rapporto uomo – donna tra disavventure ed incomprensioni quotidiane. Diretta da Rosario Galli, è uno spettacolo dalle tinte realistiche e sempre attuali

[spacer color=”264C84″ icon=”Select a Icon” style=”4″]

Riparte carica la nuova stagione del Teatro Marconi di Roma, con la frizzante e coinvolgente commedia Uomini sull’orlo di una crisi di nervi. Lo spettacolo è andato in scena con la prima del 12 ottobre e verrà riproposto fino al 29 ottobre 2017 (dal giovedì alla domenica). Si tratta di una commedia scorrevole e divertente scritta da Alessandro Capone e diretta da Rosario Galli già precedentemente portata in scena a partire dal 1993, da cui è stato realizzato un film ed una versione televisiva. Nei ruoli dei quattro protagonisti maschili in scena: Federico Perrotta (Nicola), Andrea Carli (Gianni), Salvatore Mincione (Pino) e Ferdinando Smaldone (Vincenzo) mentre il ruolo della protagonista femminile (Yvonne) è interpretato da Valentina Olla.

Scarica il nostro coupon per vedere Uomini sull’orlo di una crisi di nervi a prezzo scontato

Si tratta di una commedia “cult” dal testo brillante e scorrevole e da ottimi tempi comici, per quasi due ore di risate. Protagonisti di mille disavventure, nervosismi, vizi e situazioni caratteristiche del quotidiano quattro amici: Gianni, neosposo, Vincenzo con un lungo matrimonio alle spalle e succube della moglie, Pino divorziato con un figlio e Nicola in eterno conflitto con la moglie. I quattro si riuniscono come ogni lunedì a casa di Pino per giocare a poker discutendo delle loro storie matrimoniali, rovinandosi la serata parlando di donne e d’amore, tra litigi, incomprensioni e relazioni che si trascinano a fatica. Quando la serata sembra ormai rovinata a Pino viene in mente di chiamare un’escort per provare qualcosa di “nuovo” e “movimentare” la serata. Si presenta così a casa dei quattro la pseudo femme fatale Yvonne / Giulia che sconvolgerà la serata raccontandosi tra momenti esilaranti e di riflessione.

Uomini sull’orlo di una crisi di nervi è uno spettacolo dalle tinte realistiche e sempre attuali, dove ognuno può ritrovarsi in una situazione, in un pensiero e in luogo comune del rapporto uomo – donna, che viene messo a nudo in tutte le sue sfaccettature; con un testo che si dimostra scorrevole fornendo qua e là pillole di saggezza a suon di ironia in tempi incalzanti. Il cast si dimostra affiatato, con attori capaci di creare una forte chimica e calzare a pennello il proprio personaggio, attraverso movimenti esasperati, vivaci e carichi di ironia. Così i personaggi: Pino inizialmente un po’ scorbutico, Vincenzo che si dimostra essere piuttosto remissivo, Nicola sempre nervoso e pronto a dire la sua ed Andrea troppo serio e dai rigidi giudizi capirà che non tutto è come sembra, insieme all’audace  ma allo stesso tempo riflessiva  Yvonne/ Giulia hanno catturato l’attenzione del pubblico strappando numerose risate grazie alle simpatiche gag, all’entusiasmo e alla naturalezza con la quale si sono presentati sulla scena.

Guarda la gallery e continua a leggere

Ad accompagnare lo spettacolo una scenografia fissa della casa antica del nonno di Pino, con un divano rosso in pelle, un tavolo rotondo e sedie dal gusto barocco, una scrivania vintage e un’ imponente libreria che si erge sullo sfondo, facendo da contrasto alle vicende comiche vissute dai quattro; che nonostante richiamino temi sempre attuali conservano un gusto retrò grazie alla scenografia ed ai costumi, bretelle e gilet per gli uomini e un e lungo abito con guanti rossi per Yvonne, accompagnata dalla sua immancabile sigaretta. Le luci sono incentrate sulla scena che si svolge attorno al tavolo da poker per poi spostarsi sulla spiazzante apparizione dell’attraente Yvonne, che ha attraversato dapprima la platea poi il palcoscenico concentrando tutte le attenzioni su di sè.

Uno spettacolo capace di coinvolgere il pubblico, tra risate ed applausi, in cui i protagonisti sono gli uomini  in tutti i loro vizi e le loro debolezze, costantemente alle prese con le stranezze e l’incomprensibilità dell’universo femminile.