Roma da Leggere

News

Al Vittoriano VOGLIA d’Italia, tra collezionismo, donazioni e tutela del patrimonio | RECENSIONE

Al Vittoriano VOGLIA d’Italia, tra collezionismo, donazioni e tutela del patrimonio | RECENSIONE
marzo 15
22:29 2018

Fino all’8 aprile 2018 si ha la possibilità di tuffarsi in questa esplosione di oggetti d’arte, di collezioni, di cataloghi d’aste, dell’inizio del Made in Italy con la mostra VOGLIA d’Italia. Il collezionismo internazionale nella Roma del Vittoriano

Lo sapevate che Villa Sciarra fu donata al Comune di Roma nel 1933 da Henrietta Tower?Ce lo racconta la mostra VOGLIA d’Italia. Il collezionismo internazionale nella Roma del Vittoriano. Allestita nella sede di Palazzo Venezia e nel Complesso del Vittoriano. L’esposizione è stata prorogata fino all’8 aprile 2018. E vale proprio la pena visitarla!

La ricchezza dei pezzi e il prestigio degli spazi espositivi raccontano la natura del collezionismo tra Ottocento e Novecento. Che si legò intimamente all’Italia fino a concretizzarsi nelle donazioni allo Stato di singole opere o di intere raccolte.

I coniugi statunitensi George Washington Wurst e Henrietta Tower donarono oltre quattromila pezzi della loro collezione al Museo di Palazzo Venezia, dove sono conservati tuttora. Portati fuori dai depositi, studiati e restaurati proprio per questa esposizione. Dipinti, porcellane, strumenti musicali, arazzi, avori, cappelli. Opere italiane, russe, germaniche, giapponesi. Una collezione esposta per la prima volta nel suo insieme per nuclei significativi e chiarificatori della loro struttura. Con una sala che restituisce l’atmosfera degli ambienti di Palazzo Antici Mattei, residenza dei coniugi Wurst, dove gli oggetti arredavano la casa. Questo anche con l’aiuto di alcune foto dell’epoca che mostrano come erano disposti i pezzi esposti.

Guarda la gallery di VOGLIA d’Italia e continua a leggere

Questo slideshow richiede JavaScript.

Una ricostruzione inedita dello stile di vita e della passione per l’arte della comunità anglosassone-americana in Italia. Che porta alla luce le dinamiche del collezionismo, del mercato artistico e la nascita della tutela del patrimonio culturale. Aspetti che vengono analizzati nell’altra sede dell’esposizione, le Gallerie Sacconi del Complesso del Vittoriano. Ambienti di solito non accessibili al pubblico e appena restaurati. Viene ridata visibilità all’architettura interna di un monumento che è parte integrante della mostra, in quanto emblema caratteristico della Roma all’inizio del Novecento.

Opere provenienti da collezioni private italiane ed estere raccontano un mondo fatto di aste, mercanti, di licenze di esportazione concesse in cambio di donazioni, di commercio dei falsi. E a conclusione del percorso il tema del fregio che connota il Vittoriano e testimonia il gusto dell’epoca.

VOGLIA d’Italia. Il collezionismo internazionale nella Roma del Vittoriano

Fino all’8 aprile 2018
Palazzo Venezia
Ingresso da Piazza Venezia – 00186 Roma
Orario: martedì – domenica h.8.30 – 19.30
Galleria Sacconi al Vittoriano
Ingresso da Piazza Venezia e da Via del Teatro di Marcello (lato Aracoeli)
Orario: tutti i giorni h.9.30 – 19.30
Biglietti: Intero € 10,00 – Ridotto € 5,00
Informazioni 06.32810
www.beniculturali.it

0 Commenti

Ancora nessun Commento!

Non ci sono commenti per ora, vuoi aggiungere uno?

Scrivi un commento

Scrivi un Commento